SARONNO – Cimitero maggiore impraticabile, ad oltre 24 ore dalla forte nevicata di ieri mattina è ancora strapieno di neve e per raggiungere le tombe ed i colombari ci vogliono gli stivali: è questa la situazione denunciata sui social network e testimoniata anche da eloquenti immagini. Certo, l’emergenza maltempo ha colpito tutta Saronno con problemi che sono stati amplificati da quelli del Piano neve, che non è “decollato” secondo modi e tempistiche programmati dall’Amministrazione comunale – al riguardo ci sono state anche le pubbliche scuse da parte del sindaco, Augusto Airoldi – ed anche il cimitero di via Milano, evidentemente, non è stato immune da queste difficoltà. Con la gelata della scorsa notte che ha peggiorato ulteriormente la situazione.

Anzi, al campo santo la neve è apparsa ieri ancora “immacolata”, con i vialetti pedonali coperti dal manto bianco e dunque con grosse difficoltà per chi aveva decis di fare visita ai propri cari defunti in questi giorni delle festività di fine anno.

29122020

12 Commenti

  1. AIROLDI!!!!
    …. anche per questa situazione porgerà sentite scuse, per poi dare la colpa ad AMSA o alla precedente amministrazione?
    Invitiamo Sala e Guaglianone a proporre opportuna interrogazione consiliare anche su questo disservizio.
    Airoldi e Casali (in subordine per competenza), vi invitiamo anche a consultare le previsioni del tempo per i giorni a venire: danno neve tra venerdì e sabato., non vorremmo mai che nessuno vi informasse, così incominciamo a dirvelo noi.
    E come di dice, Sindaco e Assessore avvisati ….

  2. Beh penso che la priorità sia di sistemare le vie e marciapiedi della città prima che il cimitero.
    Anche se indubbiamente per chi si reca a visitare i propri cari é un problema avere i vialetti impraticabili.

    • Bhe, vede…. Provi a dirlo a chi ha perso il marito o la moglie ed è solo…… Vietiamogli anche di andare al cimitero…… Mi pare giusto

  3. Secondo qualche illuminato dovremmo andare a trovare i nostri cari in primavera con il disgelo, anzi dovremmo starcene chiusi in casa per paura del covid almeno fino a maggio.

Comments are closed.