SARONNO – E’ un momento cruciale per il Pd saronnese che si sta preparando al congresso in programma per fine gennaio.

Il partito guidato da Mauro Lattuada è la compagine più numerosa di una coalizione che per effetto del ballottaggio ha virato decisamente verso le civiche. Nella compagine di Giunta il Pd ha ottenuto due assessorati di peso ma certo al momento l’azione politica dei democratici sembra più affidata ai singoli che ad un disegno unitario. Non a caso quindi arriva il congresso in momento cruciale per determinare gli equilibri tra le due correnti interne al partito ed anche nella coalizione. 

Al momento dalla sede di via Garibaldi non trapela nulla delle candidature, che ancora non sono state ufficializzate ma possiamo provare ad ipotizzare i nomi dei papabili.

Malgrado abbia ricoperto il ruolo prima di Mauro Lattuada difficile pensare che possa tornare come segretario Francesco Licata alle prese con il ruolo di capogruppo in consiglio comunale. Esperienza e buona capacità di gestione i punti di forza di Rino Cataneo che visto il ruolo in prima fila in questa campagna elettorale potrebbe puntare proprio su queste qualità per una candidatura. Da tenere d’occhio Alessandro Papa che con le sue compentenze professionali potrebbe essere un’interessante carta da giocare. Dal consiglio comunale potrebbe arrivare la candidatura di Mauro Rotondi e Simone Galli mentre da quello precedente potrebbe arrivare quella di Rosanna Leotta. Restando in tema di quote rosa c’è il nome di Sara Battistini che unisce all’esperienza in consiglio comunale ad ottime relazioni a livello varesino.

Qualsiasi candidato, anche eventuali outsider (magari una new entry rosa), dovranno sicuramente tener conto dei giovani che si sono fatti avanti in questa campagna elettorali e che dovranno necessariamente essere più coinvolti nella vita anche operativa del partito. E’ vero che Lucy Sasso siede già consiglio comunale ma ci sono altri giovani come Giulio Gervasini che sicuramente è una carta da giocare.

28 Commenti

  1. Si nota tra i nomi in corsa alla segreteria quello di Alessandro Papa, acerrimo nemico di via Roma. Ecco la prova che la lunga battaglia per distruggerne la riqualificazione ha un taglio solamente politico. Non vi è nessun amore per Saronno, non vi è nessun intento di lavorare per una città bella. È solo una battaglia politica sulle spalle dei saronnesi. Che tristezza e delusione è questo PD….

    • Acerrimo nemico di via Roma chi voleva distruggerla con abbattimenti di alberi forsennati. Hai presente quello che ha perso male le elezioni?

    • Scusi ma un politico come Papa quale altro taglio avrebbe potuto avere la “battaglia” come la definisce lei??
      Lavorare per una città “bella”? Il bello è qualcosa di estremamente soggettivo quindi di cosa sta parlando mi scusi?
      Trovo la sua critica del tutto priva di senso

    • Ancor più triste e che nelle battaglie ci Sono almeno due fazioni…diventerà un tutti contro tutti, altro che bene del paese.

  2. mi verrebbe da dire chi se ne frega ma diciamo che non è il momento per occuparsi di queste cose.

  3. non siete più quelli di una volta, ormai anche voi avete in testa il Dio denaro, l’ideologia e la storia manco sapete cosa sono

Comments are closed.