SARONNO – Il centrodestra torna alla carica per i fondi che il Comune ha perso per la ricostruzione della scuola Rodari al quartiere Prealpi. Da parte delle opposizioni, una richiesta unitaria di convocazione della commissione comunale.

Il 22 novembre 2021 il Ministero dell’Istruzione ha risposto negativamente alla richiesta di proroga avanzata dall’amministrazione Airoldi riguardo al finanziamento da 4 milioni di euro per la nuova scuola Rodari. Ad oggi il sindaco Augusto Airoldi continua a tacere la reale situazione utilizzando artifici lessicali e racconti studiati per non dire le cose come stanno. Non sono cambiate le norme edilizie per causa del covid; il progetto andava bene e lo dimostra il fatto di aver vinto il bando ministeriale. Il finanziamento, forse definitivamente perso, avrebbe consentito l’avvio dei lavori già alla fine dell’anno scorso.

Chiediamo, come gruppi consiliari di minoranza, che l’argomento sia affrontato in commissione opere pubbliche per capire meglio lo stato dell’arte e affinché venga finalmente spiegata la reale situazione in modo trasparente.

Il sindaco Airoldi afferma che Saronno merita una scuola vera, ma non ci ha ancora spiegato come pensa di finanziare un progetto da 8,5 milioni dopo essersi lasciato scappare 4 milioni certi.

Il sindaco non ci ha ancora spiegato come sia possibile definire “scuola di cartone” un edificio del costo di 5 milioni di euro. Non ha ancora spiegato come sia stato possibile non rispettare i tempi del bando.

La commissione potrà approfondire questi aspetti della vicenda e valutare il nuovo progetto.

Raffaele Fagioli – Capogruppo Lega Lombarda Saronno

Gianpietro Guaglianone – Capogruppo Fratelli d’Italia

Agostino De Marco – Capogruppo Forza Italia

12012022