Home Covid Scuole, Veronesi (Lega): ” Stato italiano ha fallito. I soldi si trovano...

Scuole, Veronesi (Lega): ” Stato italiano ha fallito. I soldi si trovano solo per parassitismo”

258
17

SARONNO – Mancata riapertura scuole nell’emergenza coronavirus, “lo Stato ha fallito” dice il vice-segretario cittadino saronnese della Lega, Angelo Veronesi.

Ospitiamo il suo intervento.

Alla luce della sentenza del Tar mi chiedo se si sia recepito quale sia il problema reale: i mezzi pubblici già strapieni. Gli studenti delle superiori al contrario dei loro colleghi di elementari e medie prendono in larghissima parte i mezzi pubblici per andare a scuola. Se i mezzi pubblici sono già strapieni come evidenziano le foto dei pendolari, quale è la soluzione? Triplicare i mezzi pubblici. Ci sono i soldi? No. Il Governo ha fatto capire che non ci sono. Quindi il Governo ha deciso di far pesare sulle famiglie degli studenti l’onere della connessione Internet, il costo di un ulteriore computer, e via di questo passo. Non risulta che abbiano fatto un bonus studenti, ma solo un bonus monopattini. Qualcuno dice che sui mezzi pubblici il virus non si prende. Tiri fuori le prove scientifiche, perché io da pendolare ho sempre sperimentato che quando arrivava l’influenza normale questa si diffondeva subito sui mezzi pubblici a causa del fatto che non si può rispettare nessun distanziamento interpersonale.

Le classi delle superiori sono formate da 30 studenti. Vogliamo aumentare la distanza interpersonale o bisogna osservarla solo nei ristoranti? È da febbraio che sostengo che debbano essere assunti il doppio degli insegnanti per avere classi da 15. Lo fanno? No, perché il Governo non ha soldi.

Dicono che mancano gli spazi? Non è vero: in situazioni di emergenza si sarebbero potute utilizzare le vecchie strutture scolastiche che sono sede delle associazioni. Mancano sempre i soldi per le spese necessarie. Non mancano mai per pagare lautamente le consulenze e tutta la macchina burocratica ed inutile dello Stato.

Monti, Letta, Renzi, Gentiloni hanno tagliato 37 miliardi alla sanità in 10 anni (2) per sopperire alla richiesta di soldi da parte del parassitismo, non per creare sviluppo. Oggi questa sentenza (1) rispecchia degnamente il Paese e con questo mi fermo anche se ci sarebbe molto da aggiungere.

Lo Stato italiano centralista ha fallito. La Germania federale invece no.

Angelo Veronesi, vice segretario Lega Lombarda Saronno

14012021

17 Commenti

  1. Siete fantastici. I trasporti locali, quelli su cui si affidano milioni di studenti sono gestiti a livello sia comunale che regionale.
    Perché invece di investire quello che avete buttato in Pedemontana (che ricordo dobbiamo ancora pagare) non si investiva nei trasporti (e non solo la nostra Pedemontana)? Siete fantastici nel cercare di distribuire sempre le colpe a destra e sinistra, ma mai riconoscere invece che anche voi avete fatto determinate scelte e anche errori. La solita politica del capro espiatorio. Tra l’altro a questo giro sono state proprie le regioni a chiedere di chiudere le scuole! (E in parte condivido la scelta).

  2. E si perche’ in Lombardia siete stati piu’ bravi:
    flop gestione covid e medicina territoriale.
    flop vaccino antinfluenzale
    flop partenza anticovid
    flop riapertura scuole (ieri tar boccia la chiusura al 100%)
    Qualche scandalo, camici, commercialisti, 18 milioni di mascherine pannolino (mai usate da nessuno)

  3. Veronesi le do una notizia. Chi ha chiuso ogni scuola e’ regione lombardia e il tar gli ha pure cassato la decisione. Pontificate, poi la vostra regione non e’ ingrado di aprire le scuole.

    Aiutare chi ha bisogno con fondi e cassa integrazione non e’ parassitismo, ma aiutare le persone. Il famoso popolo.

    Voi di solito vi spendete x i condoni tombali agli evasori. Ma quello non e’ popolo e chi frega il popolo

  4. Forse Veronesi non sa, o finge di non sapere, che le competenze in materia di trasporto pubblico non sono statali, ma regionali. E, quindi, a fallire casomai è stata Regione Lombardia.

  5. Io sommessamente ricordo che il vostro precedente ministro della scuola, è stato condannato a restituire 24 mila euro di note spese, in cui aveva inserito viaggi personali, cose sue…. Questo quello in cui si è messo in luce.
    Direi che avete poco da parlare di scuola.

  6. La ringrazio “per essersi fermato”.
    Mettersi a denunciare ora i mali dello Stato centralista sembra fuori contesto.
    Non era centralista lo Stato quando il Suo leader di partito era Ministro ?
    Ad essere un signore trovo le Sue dichiarazioni quantomeno bizzarre….

  7. In primis il dott Veronesi dovrebbe andare in regione a chiedere lumi sui problemi della sanita’ e del trasporto pubblico. Due argomenti che sono gestiti dall’amministrazione fontana. Inoltre ci informi il dott Veronesi che cosa ha fatto il suo partito a Saronno in cinque anni di amministrazione per sanità e trasporti. Al direttore Giudici vorrei infine chiedere un po’ piu’ di serietà. L’essere vicesegretario di un partito di minoranza non e’ un titolo. Sarebbe ora di smetterla di dare visibilità a questi personaggi. Ogni partito ha un segretario e fa comunicati stampa. Gli altri non contano nulla. E, mi scusi, ma anche riportare ogni giorno le gesta del Dott Dante Cattaneo una volta come assessore alla sicurezza, un’altra come assessore all’istruzione, un’altra come vicesindaco, un’altra come coordinatore dei sindaci padani, una ancora come ex sindaco….non e’ una cosa eticamente corretta. Poi veda lei. PS2 La informo che la padania non esiste e i sindaci non devono essere coordinati da nessuno.

    • La stupirà ma non serve avere una carica o un titolo per poter esprimere le proprie opinioni. A maggior ragione se qualcuno che ha una carica manda dei comunicati li pubblichiamo. Regole che valgono per tutti. Dal sindaco di Saronno (c’è chi si lamenta che compaia troppo lui) al vicesindaco di Ceriano.
      Saluti
      Sara Giudici

      • Vicesegretario e coordinatore dei sindaci padani non sono cariche ne politixhe ne istituzionali. E mi scusi ma io ho detto che non è etico che per dare spazio a un personaggio si debbano usare ogni volte i suoi incarichi. Purtroppo Ceriano è un paese piccolo ed è ovvio che un assessore abbia più deleghe. Ma che parla è sempre lui…..

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.