ROMA – Adesso è ufficiale, la Lombardia è in Zona rossa. C’è anche la “scadenza”, resta in vigore sino a domenica 31 gennaio. Poi se la situazione della pandemia da coronavirus migliorerà, la situazione potrà cambiare e la regione potrebbe passare in un’altra fascia di colore, come l’arancione dalla quale proviene.

Poco fa a Roma il ministro della Saluto, Roberto Speranza (foto) ha firmato l’ordinanza che pone la regione Lombardia in Zona rossa. Entra in vigore da domani.

Da domenica si passa dunque dalla Zona arancione alla Zona rossa dell’emergenza coronavirus (oggi la Lombardia è stata la regione dove si è registrato il maggior numero di nuovi positivi al coronavirus, oltre duemila e cento); e quindi cambieranno anche le regole, che diventeranno più restrittive riguardo agli spostamenti delle persone. Cosa si potrà fare e cosa no: qui su ilSaronno il riepilogo, con l’aggiunta del proseguo della didattica a distanza in tutte le scuole superiori.


Per informazioni o per le richieste di aiuto riguardo all’emergenza coronavirus. Numero verde gratuito: in caso di sintomi influenzali o problemi respiratori 800894545. Evitare di utilizzare il numero 112 per non intasare le linee, lasciarlo libero per le emergenze sanitarie.

Informazioni generali: chiamare il numero 1500, numero di pubblica utilità attivato dal Ministero della Salute o telefonare al proprio medico di medicina generale o al pediatra.

16012021

2 Commenti

    • Se i politici della nostra regione non avessero investito tante energia al posto che in polemica, in sano lavoro a tutela dei lombardi, forse non avremmo avuto la meta’ dei decessi nazionali, gli infiniti contagiati e ricoverati ed ancor oggi la situazione che abbiamo!
      Direi che il FLOP TOTALE LOMBARDO sia da loro stessi ammesso visto il rimpastone.

Comments are closed.