MILANO – (Agenzia DIRE) Letizia Moratti alza il tiro sul piano vaccinale. La neo vicepresidente di Regione Lombardia, nonchè assessore al Welfare con delega alla Sanità ha inviato una lettera al commissario per l’emergenza coronavirus, Domenico Arcuri, nella quale ha presentato dei nuovi indicatori da utilizzare per suddividere equamente la distribuzione dei vaccini. In particolare, secondo l’ex sindaca di Milano, nell’approvvigionamento bisogna tener conto delle specificità dei singoli territori e di conseguenza di fattori come la densità abitativa e l’impatto che il covid ha avuto su una singola area.

Nel frattempo il presidente della Lombardia, Attilio Fontana, ha voluto chiarire la questione relativa ai ritardi di Pfizer, che consegnerà alla Lombardia questa settimana oltre 25mila dosi di vaccino in meno. “Essendo concrete le possibilità di ritardi nelle forniture- spiega il governatore- mantenere una percentuale di dosi di sicurezza è fondamentale per essere certi di arrivare alla fase dei richiami con quelle necessarie”. Il rischio concreto, conclude Fontana, “è quello di vanificare la prima vaccinazione in caso di mancato richiamo”.

(foto: il governatore Attilio Fontana con l’assessore Letizia Moratti)

18012021

2 Commenti

  1. Ormai siamo ancora al razzismo tra italiani? Come se un operaio, un impiegato, un pensionato di un’altra regione contasse meno di un lombardo.
    Dai gia’ che ci siete proponete anche tra i lombardi che se hai un reddito alto hai priorita’ su un maestro o una cassiera…

  2. Veramente sembra che la Moratti abbia chiesto al commissario Arcuri di tenere in considerazione per la distribuzione dei vaccini anti Covid alcuni criteri, quali il contributo che le Regioni danno al Pil ….
    VERGOGNA!!!
    Alla faccia della solidarietà… conta solo quanto produci, non il fatto che sei un essere umano.
    Niente da dire sul resto … ma come mai avete “dimenticato” di riportare PROPRIO questa parte????

Comments are closed.