SARONNO – “L’Amministrazione Comunale ha avviato, da qualche settimana, il confronto con le proprietà, con gli operatori e con i progettisti del comparto ex Cemsa e della vicina Isotta Fraschini, per disegnare unitariamente, sotto il controllo della “mano pubblica”, le aree e gli spazi comuni e di uso pubblico, veri e propri elementi attivatori delle funzioni insediate all’intorno, al fine anche di legare fisicamente tutta la zona del retro-stazione e il quartiere Matteotti con lo scalo ferroviario di Saronno Centro”

Inizia così la nota firmata dal sindaco Augusto Airoldi in merito alla ripresa dei lavori nell’area dismessa dietro la stazione.

“Si preferisce porre l’attenzione sul disegno urbanistico dell’intero quartiere, piuttosto che enfatizzare il singolo episodio del grattacielo le cui caratteristiche compositive ed architettoniche sono, peraltro, ancora in corso di definizione.

È bene ricordare che la costruzione del nuovo supermercato e dell’edificio commerciale adiacente, collocati lungo via Varese, è stata autorizzata con permesso di costruire rilasciato lo scorso 31 luglio 2020, le opere di urbanizzazione relative (accesso carraio da Via Varese, viabilità interna e parcheggio a raso) sono state approvate con delibera di giunta comunale n. 117 dello scorso 4 agosto 2020.

La nuova Amministrazione, preso atto delle scelte urbanistiche già autorizzate, sta lavorando per garantire il migliore rapporto tra gli spazi pubblici e i nuovi fabbricati, nel comparto in questione e in quelli confinanti”.

19012021

12 Commenti

  1. Su Facebook qualcuno si è accorto dei lavori, allora articolo su giornale allora Sindaco parla…
    Date troppa importanza a Facebook tornate per le strade e vi sareste accorti che i lavori sono ripartiti da un mese.

  2. E quindi anche questo supermercato si farà.
    Avanti così, Airoldi, e riuscirai a fare rimpiangere Fagioli.

    • Forse lei non sa leggere: i lavori NON si possono fermare perché già autorizzati. Siamo in una Repubblica, non in una dittatura.

    • Polemica sterile: il nuovo sindaco non può cancellare con un colpo di spugna tutto ciò che ha fatto il precedente. Se sono stati concessi dei permessi di costruire il privato ha tutto il diritto di continuare le opere iniziate. E’ già positivo che il nuovo sindaco si ponga il problema e cerchi di rendere organici tra di loro i lavori avviati.

    • Lei invece fa rimpiangere una persona che si informa e cerca di capire come funzionano le cose……

  3. Un ‘ altro regalo di Fagioli, chissà quali altre sorprese ci aspettano, il tutto fatto negli ultimi mesi di mandato

  4. Va chiarito un punto importante, la precedente amministrazione aveva detto che al momento nessun investitore era interessato a realizzare un posteggio sotterraneo nella parte dell’area vicino alla stazione, e che quindi in un primo momento il parco visibile nei rendering sarebbe stato in realtà sostituito da un parcheggio a raso. Spero che l’attuale amministrazione riesca a chiarire meglio questo punto, con l’obiettivo di evitare consumo di suolo e realizzare da subito un parco.

  5. Chi dà la responsabilità a qs nuova amministrazione delle brutture, speculazioni e sconci vari lasciate dalla precedente, sappiatelo, è un leghista in mala fede. Non hanno nemmeno il coraggio si assumersi la responsabilità di quello che hanno fatto e tentano di scaricarla sulla Giunta Airoldi

    • Se Il superamento serve è ok se non serve è ko e non si deve fare.
      In uguale modo se la città ha bisogno di parchi o parcheggi facciamoli altrimenti niente.
      Io farei questo tipo di discussione anziché parlare di leghisti e pd.
      Le amministrazioni sono il mezzo e non il fine.

Comments are closed.