SARONNO – “Siamo molto preoccupati ed avanziamo una precisa richiesta all’assessore al Welfare Letizia Moratti perchè si pronunci in modo chiaro, con un piano di rilancio, sull’ospedale di Saronno”

E’ la domanda-appello che il sindaco Augusto Airoldi ha rivolto al Pirellone che riassume, ad una settimana dal presidio di protesta del personale della rianimazione, le preoccupazioni dei dipendenti, dei pazienti e delle comunità che fanno riferimento all’ospedale di piazzale Borella.

Il primo cittadino ha lanciato il proprio appello nel corso del programma radiofonico di Radiorizzonti in diretta nazionale sul circuito radiofonico Inblu con la conduzione di Massimo Tallarini. “Per quanto riguarda il futuro la situazione è di grave difficoltà e di grande indeterminatezza – ha esordito Airoldi – E’ in atto un progressivo ridimensionamento che ha portato alla scomparsa di diverse divisioni come oncologia, ostetricia e ginecologia ed altre ancora. Inoltre mancano anestesisti e rianimatori”. Il sindaco non si è nascosto dietro ad un dito: “La struttura sanitaria di piazzale Borella, nonostante il suo grande bacino di utenza, 180 mila persone almeno e quindi ben oltre le 150 mila che sono richieste anche a livello normativo per gli ospedali di “primo livello”, sembra ormai “pronto” per diventare un poliambulatorio”.

Sulla stessa lunghezza d’onda il Comitato per la salvaguardia dell’ospedale a cui ha dato voce Massimo Beneggi: “Ad oggi sono attive sono poche decine di posti letto “non covid”, molti reparti sono stati chiusi ed in altri ci si trova alle prese con una pesante carenza di organico, con problematiche che si trascinano da anni e che si sono clamorosamente aggravate negli ultimi mesi”.

17 Commenti

  1. AIROLDI!!!!
    Come promesso ha “picchiato o pugni sul tavolo” dell’assessore regionale al welfare!
    …. o forse no!?
    La cosa certa è che comunque almeno i poliambulatori a Saronno li lasceranno grazie al suo “roboante appello”.
    Un sentito grazie da parte di tutti i saronnesi che l’hanno votata.

    • Si ma il tuo partito, la Lega, é il principale responsabile dei tagli solo a Saronno e non da altre parti.

    • L’ANONIMO  CHE  URLA  “AIROLDI!!!”  È  UN  ANONIMO  CON  DENTRO PARECCHI  ANONIMI 
      Spiego subito lo strano titolo.
      Il giorno 08.01.2021 At 6.19 pm il solito anonimo che urla, in un suo commento, mi scriveva: “Sig. Rimoldi … noi non siamo solo ‘1’, ma siamo parecchi che scrivono…”. 

      È molto bizzarro quanto scritto dall’anonimo, come se a Saronno ci fosse una sorta di “associazione degli  anonimi”. Luigi Pirandello (“Uno, nessuno e centomila” – 1926) scriveva: “…nel lungo tragitto della vita incontrerai tante maschere e pochi volti”. Poco importa che l’urlo “Airoldi!!!” provenga da una o da parecchie “maschere”…solo i volti sono persone!

      Comunque, il Sindaco Airoldi, interpellando la Vicepresidente Moratti, si sta concretamente muovendo per il nostro ospedale, dopo la totale inerzia della precedente amministrazione!

      I lettori più attenti si saranno sicuramente fatti un’idea di chi potrebbe essere il “dominus” di questa fantomatica “associazione degli anonimi” (meglio: “associazione delle  maschere”). Resta comunque il deprimente fatto che l’associazione, se veramente esiste, non pubblica con gli interventi i nomi dei singoli commentatori.

  2. Quindi un appello solo via radio? Ma a livello di comunicazione ufficiale alla regione cosa ha fatto?

  3. Sig Airoldi da sue affermazioni appena insediato sarebbe dovuto andare in regione. Si e’ riacutizzato il covid, ok ci saranno state altre priorita’.
    Oggi a 3 mesi una gentile letterina, TUTTO QUI?

  4. Il primo cittadino ha lanciato il proprio appello nel corso del programma radiofonico?
    Fa solo questo e si aspetta che l’assessore al Welfare stesse ascoltando la radio in quel momento?
    Sono troppo ignorante, non ho ben capito, mi potete spiegare?

  5. Qual’è il suo prossimo passo per salvare l’ospedale, presentarsi personalmente dalla Moratti col “cappello in mano” sperando che gli conceda audizione?

  6. Leggo il titolo e penso:” finalmente ha scritto in regione”. Poi leggo l’articolo e vengo a conoscenza che l’appello era radiofonico.
    Solo bubblictà e niente fatti, che delusione

  7. Airoldi ha già tradito le aspettative di chi lo ha eletto , in campagna elettorale non aveva detto che avrebbe chiesto alla radio , ma che sarebbe andato in Regione a bettere i pugni !!!!per ora si tratta di promessa non mantenuta , vedremo se ne sarà capace più avanti

  8. AIROLDI !!!!!!
    ma non eri quello che aveva promesso di andare in Regione a battere i pugni sul tavolo ????
    Attento che mi sa che i pugni li prendi in testa tu.

  9. L’ospedale sono certo che non chiuderà, non è possibile possa succedere una cosa simile.

  10. Tra poco arriveranno le firme ( spot ) e ci sarà uno tsunami. Obiettivo visibilità.

Comments are closed.