SARONNO / LIMBIATE / BUSTO ARSIZIO / VARESE – Relativamente pochi i nuovi casi di positività al coronavirus che sono stati riscontrati sul territorio nelle ultime ore. A Saronno +3, a Varese +3, a Busto Arsizio +7 ed a Gallarate +6. Ancora meno colpite le Groane, a Limbiate +1. I dati sono quelli più aggiornati, del tardo pomeriggio di ieri e diffusi da Regione Lombardia.

Ecco i dati dei contagi rilevati da inizio pandemia (tra parentesi i dati dell’altro ieri per un confronto):

Saronno: 2.782 (2.779)

Caronno Pertusella: 1.200 (1.198)

Uboldo (656)

Gerenzano: (788)

Tradate: 1.277 (1.275)

Varese: 4.779 (4.776)

Busto Arsizio 5.397 (5.390)

Gallarate 3.300 (3.294)

Malnate 1.252

Nel Comasco:

Turate 649

Mozzate 650 (649)

Lomazzo 695 (694)

Appiano Gentile 612 (611)

In Brianza:

Limbiate 2.643 (2.642)

Cesano Maderno 2.479

Cogliate 619

Ceriano Laghetto 440

Lazzate 525 (524)

Misinto 381

Monza 7.388 (7.384)

Desio 2.730 (2.728)

Seregno 2.735 (2.734)

Lissone 2.813 (2.809)

Brugherio 2.109 (2.105)

Giussano 1.728 (1.726)

Scende il numero dei casi locali di nuove positività al coronavirus, fra le province di Varese, Como e Monza Brianza. Nella giornata domenicale ne sono stati registrati complessivamente +231, oltre metà dei quali nel comasco, +127. La provincia col maggior numero di nuovi casi positivi al coronavirus rimane quella di Milano, +373.

In Lombardia a fronte di 23.182 tamponi effettuati, sono 1.375 i nuovi positivi (5.9 per cento, mentre l’altro ieri la percentuale era stata del 4.8 per cento). I guariti ed i dimessi sono stati 795, i decessi sono stati +44.


Per informazioni o per le richieste di aiuto riguardo all’emergenza coronavirus. Numero verde gratuito: in caso di sintomi influenzali o problemi respiratori 800894545. Evitare di utilizzare il numero 112 per non intasare le linee, lasciarlo libero per le emergenze sanitarie.

Informazioni generali: chiamare il numero 1500, numero di pubblica utilità attivato dal Ministero della Salute o telefonare al proprio medico di medicina generale o al pediatra.

(foto archivio)

25012021