SARONNO – Stamattina la caldaia della scuola elementare Damiano Chiesa non si è attivata. Il risultato è stato che le aule e i corridoi dell’istituto di via Buraschi, riferimento per i piccoli delle elementari della Cassina Ferrara, la temperatura era decisamente bassa.

Ad accorgersi dell’accaduto il personale della scuola che intorno alle 8 ha contattato l’Amministrazione comunale spiegando il problema.

Immediata la mobilitazione dei tecnici per cercare di risolvere il problema tanto che la caldaia è ripartita nella tarda mattinata. La scuola ha comunque deciso, informando le famiglie, di far uscire i piccoli da scuola a mezzogiorno per farli pranzare a casa. La temperatura era in netta risalita anche se per l’intera mattina gli alunni hanno indossato cappotti e sciarpe. Si terranno regolarmente le lezioni previste nel pomeriggio visto che la temperatura è tornata a livelli accettabili. I bimbi, dunque, sono attesi nelle rispettive classi, ora calde, per le 14.

A seguire in prima fila la vicenda anche l‘assessore ai Lavori Pubblici Novella Ciceroni. La prima ipotesi è che si sia trattato di un problema legato alla fornitura di corrente elettrica (che negli ultimi giorni ha registrato diverse criticità nell’interà città) che potrebbe aver provocato anche altri disagi.

(foto archivio)

25012021

8 Commenti

    • AIROLDI!!!!!!!
      Anche questa! Non bastava la neve, non bastava la recinzione fuori da scuola, non bastava la pandemia combattuta con la panacea della “moral suasion”, ma nemmeno controllare il giorno prima se la caldaia funziona.
      Ma cosa sarete mai capaci di fare?
      Dopo aver portato l’Italia alla soglia del baratro, e meno male che Conte si dimette, e qui a Saronno state portando la città alla rovina: l’incapacità è la vostra “mission”!
      Scusatemi, amici del gruppo “AIROLDI!” se parlo al singolare, ma mio figlio va proprio a scuola lì e dover abbandonare il lavoro per andare a prenderlo a mezzogiorno perché la caldaia non va, proprio non mi è andata giù.

      • Si consoli, se avesse avuto un negozio a causa del l’incapacità della giunta lombarda si sarebbe trovato ha fare 1 settimana di chiusura in più per nulla

Comments are closed.