SARONNO – Riceviamo e pubblichiamo la nota degli assessori Franco Casali e Novella Ciceroni in merito alle trasformazioni in arrivo in via San Dalmazio.

Da martedì 26 gennaio, l’Amministrazione comunale avvierà in via San Dalmazio, una traversa di via Miola, dei lavori volti a migliorare la sicurezza viabilistica e a disciplinare meglio la sosta dei veicoli.

Considerato il carattere prettamente residenziale di via San Dalmazio, che collega Saronno con Dal Pozzo, frazione di Ceriano Laghetto, è stato ritenuto opportuno che il transito dei veicoli avvenga a velocità moderata, anche in considerazione della presenza, in concomitanza con l’intersezione di via Bormio, di un attraversamento ciclopedonale appartenente al percorso che collega il quartiere Regina Pacis alla Cassina Ferrara.

Lungo la via, quindi, verranno effettuate le seguenti modifiche:

– I parcheggi per la sosta delle auto verranno collocati in maniera alternata sui lati destro e sinistro della sede stradale, come già realizzato in altre vie cittadine (es. via Pastore, via Toti);
– verrà introdotto un senso unico alternato per due brevi tratti stradali;
– sarà ridotto il limite di velocità a 30 km/h per tutta la lunghezza della via.

I lavori verranno indicativamente completati entro giovedì 28 gennaio. Gli interventi hanno, come anticipato, lo scopo di migliorare la sicurezza dell’attraversamento ciclopedonale di via Bormio, disciplinare meglio la sosta, aumentare la sicurezza di pedoni, ciclisti ed automobilisti lungo tutta la via, nonché di ridurre l’impatto acustico determinato dai veicoli in transito.

Durante i lavori il traffico lungo la via sarà consentito con i rallentamenti del caso regolamentati dal personale presente in loco.

17 Commenti

    • Io ci abito e mi pare il minimo per evitare sciagure e incomprensioni.Se si avesse un po’ di senso civile e civico non dovremmo aspettare il comune che regolarizza ciò che dovrebbe essere fatto da ciascuno ,e spero che così si abbia maggior rispetto per i ciclisti e i pedoni.Le polemiche inutili le lascio volentieri ai politici di turno che continuano a tormentare il vivere civile.

      • Se si vuole fare un lavoro fatto davvero bene, a norma di legge si dovrebbe fare come nel nord Europa, strade a senso unico alternati con restringimenti fissi e dossi artificiali (Modello Germania) .. il senso unico alternati con restringimenti di carreggiata fatti solo con stalli a raso disposti alternativamente creano solo una situazione di chicane stile Autodromo di Monza dove incivili si infilerebbero in velocità pur di passare per primi. Che manca oggi è il senso civico e il rispetto delle regole e del codice stradale….il resto sono solo mezze opere pubbliche fatte tanto x entrare in statistiche, prendere finanziamenti UE e sperperare risorse pubbliche…esempio pista ciclabile di Via Roma….pericolosa, senza ptotezioni e spesso usata come posteggio abusivo, perdi più disegnata su un manto stradale che sembra stato bombardato tanto è irregolare e dissestato…con onesta vi dico che non centra questa Giunta ma TUTTE le precedenti e chi anche ha speso tempo soldi e parole x la difesa di 4 begolari senza mai abbassare lo sguardo e reclamare x un problema vero…l’asfalto pietoso! Avanti popolicchio…

  1. Poi voglio vedere e mi devono spiegare chi controlla il rispetto dei 30 all’ora, i vigili in questa zona si vedono una volta ogni morte di papa…
    Regolarizzare i parcheggi è una buona cosa, ma i nostri soldi spesi per i 30 all’ora sono buttati via.

    • E quali soldi butterebbero via? I cartelli già esistono.
      L’utilizzo di parcheggi alternati fa ridurre la velocità a livello naturale.
      Essendo una via residenziale, alla fine è un limite accettabile. Per me potevano lasciare il 50, ma considerando la via alla fine non cambia molto.

  2. Iniziano ad amministrare… Via percorsa da soli residenti, si inizia a risolvere da lì i problemi che non esistono.
    Passi tutto ma il senso unico alternato è davvero… futuristico.

  3. E chi vigila sui 30km all’ora?.. Proprio vero anche con questi .. il problema rimane.. E’ questione di materiale … Parcheggi alternati? Ma non dovevano neanche esserci i parcheggi!! E’ una strada che non lo permette..

  4. Invece di pensare alla velocità, pensiamo a costruire più piste ciclabili e meno parcheggi per automobili!!! questa è una cosa da fare per primo.

    • Basta con ste piste ciclabili, abbiamo speso un sacco di soldi e non le usa nessuno.

  5. Per chi volesse far polemica: la via San Dalmazio è lunga in territorio saronnese circa 400m; per percorrerla TUTTA a 50km/h si impiegherebbero circa 29 secondi, mentre a 30km/h circa 48 secondi. La differenza è di circa 19 secondi, vorrei sapere chi ha così fretta da non poter rinunciare a 19 secondi della propria vita.

  6. E’ tornato il PD ad amministrare , come quando c’era Porro fanno le stesse cose ….. 30 Km ora e parcheggi alternati a go go . Oltre tutto questa via finisce al Dal Pozzo dove non è possibile andare tanto veloci per le strade già strette e con tante curve , A saronno ci son ben altre priorità che queste !!

  7. – I parcheggi per la sosta delle auto verranno collocati in maniera alternata sui lati destro e sinistro della sede stradale, come già realizzato in altre vie cittadine (es. via Pastore, via Toti);
    – verrà introdotto un senso unico alternato per due brevi tratti stradali;
    – sarà ridotto il limite di velocità a 30 km/h per tutta la lunghezza della via.

    Mi sembrano misure inutili . In particolare il parcheggio su lati alterni. Vedi via Toti dove si fa lo slalom tra le auto parcheggiate.
    Ma perché invece non si provvede ad un maggior controllo da parte della Polizia Locale anche nelle vie minori?? Perché si vedono sempre e solo passare in auto e mai a piedi o in postazioni fisse a terra?? Stand solo in auto come fanno a verificare se passano automobilisti al telefono mentre guidano ?? Personalmente quando sono in giro a piedi ne vedo sempre almeno tre tranquillamente al telefono.

  8. Turk, Che cartelli hai visto?? Spiegami dove sono quelli dei sensi unici alternati e dei 30 all’ora. E ripeto, puoi mettere il limite a 30 ma se non lo fai rispettare… Forse era meglio un dussuasore vicino alla ciclopedonale.

Comments are closed.