SARONNO – Domani docenti e studenti delle scuole saronnesi resteranno in silenzio per un minuto, nel ricordo delle vittime della Shoah e di ciò che ha rappresentato il 27 gennaio 1945.

A proporlo è l’assessore alla Cultura, Laura Succi: “Ricordare – afferma l’assessore Succi – significa permettere al passato di entrare nella nostra vita quotidiana, farlo in questo giorno, viverlo insieme attribuisce al gesto un significato particolare. Lo studio poi, il confronto, l’informazione su quel che è stato riuniscono le testimonianze a formare una consapevolezza attiva, che permette di comprendere il passato, la storia e di riconoscere anche nell’oggi i segni di ideologie capaci di negare il diritto alla vita sulla base dell’appartenenza ad una razza, ad una religione, o addirittura a caratteristiche fisiche.”

“Per ricordare insieme – continua l’assessore – proponiamo un minuto di silenzio collettivo di tutte le scuole alle ore 11, per riflettere uniti sul passato e su quello che ognuno di noi può fare per creare un mondo dove ogni donna, ogni uomo, ogni bambino possa vedere tutelato il proprio diritto alla libertà e alla vita.”

(in foto: l’assessore alla cultura Laura Succi)

26012021

11 Commenti

  1. Purtroppo sembra che le persone non capiscano l’importanza. vai sulla pagina di sei di Saronno e per un post del genere vedi forse un paio di like, post successivo di un cane da adottare trovi decine di like, decine di commenti, decine di condivisioni….

      • Vorrei poterle scrivere che non è così e che la storia è il ricordo servono a fare in modo che certe cose non succedano nuovamente ma il suo commento mi fa capire che sarebbe tempo perso

  2. E pensare che c’è ancora chi sostenga non sia mai esistito o peggio che non sia stato abbastanza

Comments are closed.