VARESOTTO – La polizia di Stato di Busto Arsizio questa mattina ha arrestato uno spacciatore di buon livello che da tempo era nel mirino degli investigatori. Si tratta di un albanese irregolare di 32 anni, incensurato e domiciliato da qualche tempo a Legnano, parecchio attivo nella vendita “ambulante” di dosi di cocaina in una vasta area tra l’alto milanese ed il basso varesotto, con particolare riferimento nel circondario di Busto Arsizio. I poliziotti di via Foscolo sono entrati in azione questa mattina quando, dopo averlo pedinato fin dall’uscita di casa, lo hanno bloccato alla guida della sua vettura. All’abanese non è stato dato il tempo di reagire o disfarsi di quanto di illecito era in suo possesso, fintanto che dalla tasca della felpa sono saltate fuori 24 singole dosi di cocaina, quelle che evidentemente dovevano essere consegnate nella mattinata.

Inevitabile la perquisizione domiciliare, che ha permesso di rinvenire altre 35 dosi e un “sasso” di cocaina del peso di oltre 100 grammi, per un totale di circa un etto e mezzo di polvere bianca sequestrata. Inoltre lo straniero possedeva un bilancino, sacchettini per confezionare le dosi e circa 5000 euro in contanti, più due telefonini che utilizzava per ricevere gli ordini e fissare gli appuntamenti con i clienti. Il trentaduenne è stato arrestato in flagrante detenzione di cocaina destinata allo spaccio.

(foto: la droga sequestrata)

19022021

1 commento

  1. A Saronno invece gli spacciatori hanno la massima libertà di movimento sotto gli occhi di tutti. Poi terminata la giornata di lavoro si dirigono al Carrefour x saccheggiarlo sempre sotto gli occhi di tutti. Complimenti alle forse dell’ordine.

Comments are closed.