SARONNO – “Esprimo il mio parere favorevole al protocollo di intesa raggiunto dalla Giunta con Ferrovie Nord. Si tratta di interventi rilevanti per la città in un percorso di collaborazione con Ferrovienord. Ci guadagna l’azienda con un progetto di riqualificazione, ammodernamento e messa in sicurezza del “Polo infrastrutturale tecnologico-manutentivo” e ci guadagna anche la città con una serie di opere eseguite da Ferrovie Nord per un valore di oltre 30 milioni di Euro, cifra non da poco”.

E’ iniziato così nell’ultima seduta del consiglio comunale l’intervento del consigliere comunale Mauro Rotondi sul fronte del protocollo d’intesa tra Comune e Ferrovienord.

“Le opere le avete elencate prima del mio intervento e sono tutte valide. Tra queste cito il percorso di camminamento per studenti da via Bernardino Luini , dietro la stazione, per raccordare l’area scuole in zona Santuario, l’uso dell’ex ferrovia Saronno-Seregno in prospettiva ciclopenonale, il restyling dell’area stazione in chiave moderna, le barriere sonore per attutire l’inquinamento acustico, la riqualificazione del Museo dell’Industria.
Inoltre arriveranno 100 nuovi lavoratori di Ferrovie Nord da unirsi ai 250 già esistenti. Con la stazione la nostra città è diventata nel tempo uno snodo strategico tra i più importanti del Nord e quindi d’Italia, ora diventerà il cuore di Ferrovie Nord. Col Restyling ne beneficerà anche l’ estetica della città.

A scanso di equivoci il protocollo d’intesa è merito di tutti, la Giunta precedente ha avuto il merito di iniziare il percorso e l’attuale maggioranza quello di perfezionarlo e concluderlo. Certo, sarà poi Regione Lombardia a mettere l’ultima parola decidendo quanti soldi investire e quali interventi fare. Fino a quel momento le cose possono cambiare e per questo è importante mantenere il dialogo aperto e negoziare cercando di ottenere il miglior risultato possibile.

Sono rammaricato solo per lo stralcio del parcheggio della Stazione di Saronno Sud, previsto in origine. Ritengo sia importante ritornare su questo punto con Ferrovie Nord. Saronno Sud a pieno regime è invasa da auto, potenziarla con un parcheggio appropriato sarebbe fondamentale sia per offrire un servizio ai pendolari sia per decongestionare il traffico e ridurre l’inquinamento di Saronno Centro, magari ipotizzando il coinvolgimento di Caronno Pertusella nella Conferenza dei servizi, sede dove vi sarà l’approvazione.

Dico questo poiché dalla stazione Saronno Sud si ha accesso con un sottopasso anche su un secondo lato, di competenza del comune di Caronno (dalla parte di via H. Grieg per intenderci); un parcheggio anche in quella zona può ampliare ulteriormente l’effetto decongestionamento veicolando traffico proveniente da via Varesina e viale Lombardia.

Sarebbe un’occasione per ripensare la stazione di Saronno Sud con Ferrovie Nord per potenziarla e valorizzarla programmando treni a percorrenza diretta e non solo omnibus. Gli effetti benefici per la città e per i pendolari, molti dei quali provenienti dai Comuni limitrofi, non sarebbero certo pochi né di poco conto. Per questo mi auspico sia possibile riprendere il dialogo e integrarla nel progetto

16 Commenti

  1. Rotondi … prima parlava di cambiamenti climatici, ora dice che vorrebbe cementare un prato x fare un nuovo parcheggio ….. si decida ….. o il parcheggio o il clima

    • Jack se vuoi ridurre uso di auto dei pendolari per le lunghe percorrenze devi permettere un abbondante uso dei treni, quindi anche permettere a chi va in stazione da luoghi limitrofi di lasciare auto/bici/monopattino/motorino.
      E’ così difficile da capire? su vuole mi prodigo in un disegno?

      • si, si ma spiegami quali treni arrivano a Saronno Sud, e poi dimmi che significato ha per te la parola : abbondante. Poi guardiamo la cartina e capiamo dove vorresti il nuovo parcheggio e come pensi di risolvere gli sbocchi del parcheggio verso la viabilità ordinaria. Ora fammi pure il disegno …

  2. Rotondi è la quinta colonna dei leghisti: sono contrari, si rammaricano e poi votano a favore.
    per fortuna c’è Airoldi.

  3. Se vuoi diminuire il traffico di media percorrenza e di arrivo a Saronno centro devi fare cose 2 cose: far si che a Saronno Sud ci siano treni che fermano, e chi ci arrivi per iniziare la sua giornata da pendolare, trovi parcheggio per auto, bici, moto ecc.

  4. il bene e lo sviluppo della città non deve avere alcun colore poltico se non quello Biancoceleste!!!!

  5. Ottimo intervento , saronno sud non può essere dimenticata e non sarà certo questa Giunta a farlo

  6. rotondi perchè non hai avuto il coraggio di votare contro? e poi cosa ce ne facciamo di un parcheggio se poi tutti i treni non fermano a saronno sud?

    • si, concordo la periferia in questione è una zona industriale che fa capo a Caronno Pertusella, anche se per pochi metri è comune di Saronno, il parcheggio si vorrebbe fare in fondo a via Griegh, dove le uscite obbligate sono o l’immissione sulla Saronno Monza, (dove ci sono già molti incidenti) o la lunga colonna che alle ore di punta interessa la rotonda della decathlon provenendo da Caronno, indirizzare duecento auto in più in tale posto è INTELLIGENTISSIMO.

  7. Un nuovo parcheggio in via Grieg imporrebbe una modifica della viabilità: già oggi l’immissione su viale Lombardia è difficoltosa e in quell’intersezione non è raro il verificarsi di incidenti (giusto venerdì mattina ho visto un ciclista sbalzato dalla bici) ed incrementare l’afflusso di autoveicoli andrebbe a congestionare ulteriormente un’area molto trafficata.
    È altrettanto innegabile che i posti auto a Saronno sud non soddisfano l’attuale richiesta visto che le macchine vengono parcheggiate praticamente fino alla diramazione di via don Sturzo.

Comments are closed.