Home Città Saronno, “La Rivincita”, associazione culturale, si presenta a Villa Gianetti

Saronno, “La Rivincita”, associazione culturale, si presenta a Villa Gianetti

688
0

SARONNO – Il 26 febbraio la sala Bovindo di Villa Gianetti è stata un trapelare di cultura grazie alla presentazione organizzata dall’associazione La Rivincita che è riuscita a riempire completamente la sala nel rispetto di tutte le normative covid. Prima della presentazione vera e propria inoltre i visitatori recatosi in anticipo all’evento alle 17 hanno potuto effettuare una visita guidata. Presenti all’iniziativa l’assessore Pagani mentre l’assessore alla cultura Succi ha ricevuto un messaggio sul profilo da Maria Assunta Miglino poichè impossibilitata ad esserci.

Di seguito riportate alcune parole dell’intervento fatto dall’ex assessore alla cultura saronnese Maria Assunta Miglino:
“Marco Polo descrive un ponte, pietra per pietra.
“Ma qual é la pietra che sostiene il ponte?” chiede Kublai Kan.
“Il ponte non é sostenuto da questa o da quella pietra” risponde Marco, ma dalla linea dell’arco che esse formano.
Kublai Kan rimase silenzioso, riflettendo. Perché mi parli delle pietre. È solo dell’arco che mi importa.
Polo risponde “Senza pietre non c’è arco.”

Vorrei cominciare così questo mio piccolo intervento, per sottolineare l’importanza della associazione considerata nel suo complesso; tutti noi costituiamo il ponte, facciamo sì che stia in piedi e che abbia una funzione.
Non esiste pietra più importante, è l’unione che produce effetti moltiplicatori di condivisione e di cultura.

Questa sera siamo qui per conoscerci anche di persona, poi seguiranno, quando sarà possibile, incontri e eventi, avremo modo di incontrarci sicuramente più spesso e avremo modo di realizzare momenti di condivisione interessanti.
È importante ora iniziare e partire.
È difficile in questo momento, abbiamo una pagina fb e ci teniamo compagnia.

Avrete visto che attraverso questa pagina abbiamo iniziato a parlare un po’ di tutto, a presentarci e a raccontare tante cose, le più varie.
Abbiamo accolto molti vostri spunti, abbiamo spaziato tra informazioni e emozioni le più diverse.

Siamo ovviamente ancora in fase di rodaggio, abbiamo il supporto costante di chi ci ci regala post dedicati all’arte, ai libri, alla cucina , alla bellezza, ai viaggi, ai film; altri ci inviano consigli e poesie, altri ancora ci hanno raccontato la loro esperienza di vita.
Ringraziamo qui ovviamente tutti.

La pagina diventerà sempre più ricca e di facile consultazione e ci terrà compagnia in questo periodo prima di poter tornare in presenza a organizzare i nostri eventi.

Vi invitiamo a seguirci e a rendere la pagina sempre più ricca e interessante.

La nostra, come avete ascoltato dalle parole della presidente, è un’associazione culturale, ambientale e ricreativa, avete ascoltato anche il motivo che sottende al nome.
Vorremmo davvero fugare ogni rimando politico: la pagina non ha un colore politico, non fa politica.
Non fa polemica, non è legata ad aspetti politici della nostra città.

Tra di noi ci sono amici che stimiamo, qui non c’è una tessera di partito e secondo me é questa la cosa più bella: poter trovare motivi di incontro, un collante legato alla cultura nel senso più ampio e condiviso atto a dimostrare che non bisogna appartenere allo stesso schieramento per star bene insieme.
Qui non si ragiona per partito preso, qui la cultura non è intaccata dal credo politico.

Ci tenevamo a fare questa puntualizzazione fondamentale così come a spiegare l’essenza del nome che è riscatto culturale e non rivalsa.

Viviamo tutti un momento storico difficile è sempre più spesso assistiamo a dichiarazioni prese e portate avanti in un clima di odio per partito preso.
Qui sono banditi gli estremismi, qui vogliamo parlare di una cultura inclusiva.

Abbiamo visto che un modo per salvarsi da questa pandemia è cercare un modo per stare insieme e sentirci vicino.”

28022021