SARONNO – A Saronno come nel resto della Lombardia, sabato 6 marzo entra in vigore il nuovo Dpcm, decreto della presidenza del consiglio dei ministri, per fronteggiare l’emergenza coronavirus, e valido sino al 6 aprile. Ecco cosa prevede.

Le principali novità.
Spostamenti tra regioni – Rimane il divieto di spostamento tra le regioni fino al 27 marzo, anche se si trovano in fascia gialla o bianca. Si può uscire soltanto per motivi di lavoro, salute e urgenza, con il modulo di autocertificazione.
Seconde case – È consentito recarsi nelle seconde case in zona gialla o arancione (anche se si trovano fuori regione) solo al nucleo familiare e soltanto se la casa è disabitata. Se la casa è in zona arancione rinforzato o rossa è vietato lo spostamento.
Chi vive in zona arancione rinforzato o rossa non può andare nelle seconde case anche se si trovano in fascia bianca, gialla o arancione.
Visite a parenti e amici – Lo spostamento è consentito in zona gialla entro la regione e in zona arancione entro il comune, una sola volta, nei limiti di due persone ulteriori rispetto a quelle ivi già conviventi, portando con sé figli minori di 14 anni e persone disabili o non autosufficienti conviventi. Spostamento vietato in zona rossa.
Servizi alla persona – In zona rossa chiusi parrucchieri, barbieri e centri estetici. Aperti in zona gialla e arancione.
Attività commerciali – In tutte le zone è stato eliminato il divieto di asporto dopo le ore 18 per gli esercizi di commercio al dettaglio di bevande da non consumarsi sul posto.
Scuole – Tutte chiuse in zona rossa, comprese scuole dell’infanzia ed elementari. In caso di arancione rinforzato scuole chiuse e didattica a distanza al 100%. Asili nido e sezioni primavera restano aperti. In zona gialla e arancione la didattica è in presenza per gli alunni dell’infanzia, delle elementari e delle medie, invece per quelli delle superiori è prevista la didattica in presenza almeno al 50% e fino ad un massimo del 75%.
Museo e mostre – Nelle zone gialle si conferma la possibilità per i musei di aprire nei giorni infrasettimanali, garantendo un afflusso controllato. Dal 27 marzo, sempre nelle zone gialle, è prevista l’apertura anche il sabato e nei giorni festivi.
Cinema e teatri – Dal 27 marzo, nelle zone gialle si prevede la possibilità di riaprire teatri e cinema, con posti a sedere preassegnati, nel rispetto delle norme di distanziamento. La capienza non potrà superare il 25% di quella massima, fino a 400 spettatori all’aperto e 200 al chiuso per ogni sala.
Coprifuoco – Rimane in tutte la fasce. In quella bianca può essere ridotto.
03032021