Home Città Con Saronno plaude ai gruppi di sostegno: “Punto fondamentale del nostro programma”

Con Saronno plaude ai gruppi di sostegno: “Punto fondamentale del nostro programma”

578
6

SARONNO – “Un ringraziamento all’assessore Ilaria Pagani e a Radiorizzonti per l’impegno profuso arriva dal gruppo Con Saronno dopo la notizia della partenza degli incontri gratuiti dei gruppi di sostegno psicologico ai parenti delle vittime del Covid, nato col patrocinio del Comune di Saronno in collaborazione col polo di psicologia”.

Inizia così la nota diffusa dalla civica guidata da Angelo Leva.

“Un progetto al quale durante la campagna elettorale Pierluigi Gilli aveva prestato molta attenzione mettendolo come uno dei punti fondamentali del suo programma. Spesso i media non prestano attenzione al vuoto improvviso nato nelle famiglie alle quali non è stato nemmeno potuto concedere di accompagnare un congiunto alla fine della vita terrena, questo smarrimento ha lasciato vuoto e senso di impotenza in molte famiglie purtroppo lasciate senza supporto.

Siamo lieti che questo nostro progetto abbia preso sempre più forma e ringraziamo l’amministrazione di Saronno per aver condiviso a pieno questa iniziativa di supporto ai tanti nostri cittadini colpiti da vicino dalla pandemia”.

12032021

6 Commenti

  1. Abbiamo visto che sta nascendo quello che a saronno mancava da diversi anni e che molti hanno supportato e cercato di fare. In tempi non sospetti dicevo che Silighini e Gilli potevano fare un bel lavoro per il grande centro adesso aspettiamo che si uniscano anche le componenti del popolo della famiglia e forzitalia

  2. Altro “Punto fondamentale del nostro programma” era il ritorno del medico in scuola, punto all’epoca condiviso con lo sfidante Sindaco e diventato poi tale.
    Ormai per l’anno in corso credo sia un tantino difficile che un altrettanto così importante “punto programmatico” diventi realtà (per la coalizione intera lo dico e quindi non me ne voglia l’emerito ex “s”indaco).
    Forse lo si riporterà in voga nel prossimo a.s. 2021-2022, o ancor meglio si spererà nel potere taumaturgico del vaccino, perché, laddove non può la Ragione, può la Scienza!!!

    • “SARONNESE  PER  CASO” E  DON  ABBONDIO  PER SCELTA:  L’ANONIMO  CHE  PARLA “EX CATHEDRA”
      Anche in questa occasione, il commentatore “saronnese per caso” (anonimo) si diletta a “divulgare il sapere”!
      Ieri “saronnese per caso” ha dissertato, da depositario della verità, sul passato, il presente e il futuro di “Con Saronno”. Ha dissertato addirittura con affermazioni irriguardose: “nostalgici e defenestrati vecchi e nuovi”. Oggi disserta negativamente sul medico scolastico. Naturalmente senza mai sottoscrivere gli interventi!
      Ritengo che sottoscrivere quello che si scrive sia “sostanza”, dimostrazione che si crede in quello che si afferma. Parlare “a viso aperto” è sostanza! 
      È mia opinione, inoltre, che l’anonimo sia uno che è “rimasto male” per la sonora sconfitta della precedente amministrazione alle recenti elezioni saronnesi!
      Il commentatore “saronnese per caso” ha, a mio avviso, almeno un punto di debolezza: non ha il coraggio di presentarsi con i propri dati anagrafici. A proposito di coraggio, mi viene alla mente il personaggio don Abbondio, magistralmente descritto dal Manzoni (“I Promessi Sposi” – capitolo XXV): “… Io coraggio, uno non se lo può dare…”!
      Lancio una sfida a “saronnese per caso e don Abbondio per scelta”:  la prossima volta si presenti con l’autentico nome e cognome!

      • Egregio signor “NaCl”, più che tentare di distogliere l’attenzione sulla mia persona, se deve, se vuole, se sa, e specialmente se può, si preoccupi del replicare “politicamente” alle mie asserzioni.
        Credo che il cittadino che legga questo servizio è maggiormente interessato ai contenuti programmatici politici che a dei tentati quanto inutili bignamini letterari e spero per lei che il Manzoni la perdoni al riguardo.
        Dei suoi convincimenti, dei quali non mi permetto di darne giudizio per le motivazioni precedentemente addotte, ne faccia “certa convinzione” ai cittadini, con fatti tangibili e riscontrabili, cosicché sapranno farsi una libera idea.
        Cosa semplice semplice, come una “soluzione fisiologica allo 0.9%”, se preferisce, con “cum grano salis” , non le si chiede più di tanto.
        Pasquino docet.
        Grazie per l’attenzione.

Comments are closed.