Home Covid Vaccinazioni, in Lombardia priorità ai disabili

Vaccinazioni, in Lombardia priorità ai disabili

193
1

MILANO – “La priorità vaccinale per le persone vulnerabili e iper vulnerabili è un punto fermo della campagna vaccinale di Regione Lombardia”. Lo ha dichiarato Alessandra Locatelli, assessore regionale alla Famiglia, Solidarietà sociale, disabilità e pari opportunità, intervenendo oggi in Consiglio regionale nell’ambito della discussione sulla mozione urgente per garantire la priorità della vaccinazione per persone estremamente vulnerabili e con disabilità grave e la predisposizione di liste vaccinali di riserva. “Nelle ultime settimane – ha aggiunto l’assessore Locatelli – ho avuto modo di confrontarmi con varie associazioni e con i familiari di persone estremamente fragili: comprendo bene il loro stato d’animo e le loro preoccupazioni e per questa ragione ho programmato già per domani un altro incontro di concerto con l’assessorato al Welfare. Per quanto riguarda la prima fase vaccinale in molte strutture diurne e residenziali del territorio lombardo si è quasi completata la campagna di somministrazione. In contemporanea sta partendo anche la fase due, con la stesura degli elenchi e l’adesione alla vaccinazione per le persone più vulnerabili accudite a domicilio”.

“Sono molto soddisfatta – ha proseguito – dell’aggiornamento delle ‘Raccomandazioni al Piano vaccinale nazionale’ da parte dal Governo, secondo le quali le persone con diverse vulnerabilità e i loro familiari devono essere vaccinati il prima possibile in tutto il Paese”. “Inoltre – ha concluso l’assessore Locatelli -, sono già previste liste di riserva omogenee presso i centri vaccinali con le categorie interessate”.

17032021

1 commento

  1. Bisogna vaccinare prima le persone che lavorano e che hanno molti contatti in quanto possono trasportare il virus ovunque
    Le persone inferme e gli anziani stando a casa rischiano meno
    Vaccinate i malati oncologici, di giovani ce ne sono tanti

Comments are closed.