MISINTO – Si aggiravano tranquilli in piena notte per le strade di Bovisio Masciago. Due ragazzi italiani, 20 enni, incensurati, alla vista della pattuglia dei carabinieri di Varedo, impegnati nel servizio di controllo del territorio, si sono disfatti di un sacchetto in cellophane gettandolo dal finestrino dell’auto. Immediato il controllo da parte dei militari dell’Arma che hanno dapprima bloccato i due ragazzi per poi recuperare il sacchetto dove all’interno sono stati rinvenuti 65 grammi di marijuana. La successiva perquisizione domiciliare ha consentito di sequestrare a casa di uno dei due ragazzi fermati, residente a Cesano Maderno, ulteriori 30 grammi della stessa sostanza e due bilancini di precisione. Ciò che ha fatto scattare l’arresto è stato il successivo approfondimento investigativo svolto sui cellulari dei due soggetti fermati.

Grazie alla ricostruzione delle chat i carabinieri hanno ricostruito la fitta rete dello spaccio, recuperando i messaggi con gli acquirenti e individuando in una zona verde di Misinto il luogo di detenzione dell’ulteriore sostanza stupefacente collegata all’attività di spaccio: 15 chili di marijuana nascosta nel parco sotto le foglie ai piedi di un albero e, sotterrato poco distante, un “panetto” già confezionato. I due arrestati sono stati trasportati in carcere su disposizione dell’autorità giudiziaria e dovranno rispondere del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

19032021

1 commento

Comments are closed.