SARONNO – Nel pieno rispetto del cronoprogramma negli ultimi giorni sono arrivati i ponteggi nella chiesa di San Francesco. Si tratta dai lavori che concretizzano il progetto “Da Saronno all’Oriente: sulle vie dei miracoli di San Francesco e Sant’Antonio da Padova negli affreschi di Giovanni Ambrogio Legnani” finanziato a fondo perduto con 74.500 da Regione Lombardia.

Ideato ed elaborato dall’architetto Carlo Mariani l’intervento riguarda il restauro del ciclo pittorico della navata centrale, realizzato nel 1678 da Giovanni Ambrogio Legnani, padre del più famoso Stefano Maria, detto il Legnanino, oltre all’affresco di fondo della chiesa costituente la contro-facciata. Il cantiere si concluderà entro il 2021.

Il restauro si rende necessario per la conservazione degli apparati decorativi della navata centrale dove sono presenti anche fessure negli intonaci, cadute di colore, efflorescenze saline, in particolare della contro-facciata che riproduce un grande trompe-l’oeil, espediente utilizzato per generare una illusione prospettica e prolungare lo spazio in profondità.

I ponteggi copriranno, in più fasi, l’intera navata centrale per permettere all’equipe di lavoro di intervenire per il restauro degli affreschi seicenteschi. Come in passato, saranno parte attiva del progetto gli allievi del liceo classico Legnani e dell’Istituto Tecnico Grafica e Comunicazione “Luigi Monti”.

Nel corso dell’intervento il gruppo ChieseAperte di Saronno si occuperà dell’organizzazione delle visite guidate alla chiesa e al sottotetto e collaborare all’iniziativa della Parrocchia dal titolo: “Oltre gli affreschi”.

Il contributo della Regione Lombardia coprirà la metà della spesa totale dei restauri “l’altra metà – spiega una nota sull’informatore della comunità pastorale – spetta a tutti noi”.

19032021