SARONNO – Se pensate che sia complesso per il pubblico da casa poter tifare attivamente la propria squadra, immaginate quanto debba essere difficile per i giocatori trovarsi in un palazzetto senza tifo e soprattutto con un campionato che li costringe spesso a soste forzate, con una continuità di gioco difficile da gestire.

Finita la prima fase di questo anomalo campionato, si comincia oggi, dopo uno stop di una settimana, la seconda fase che prevede un girone da 3 squadre (Saronno, Milano Gonzaga e Sarroch) che ci porterà agli inizi di aprile in terra sarda senza però farci mancare un ulteriore weekend di sosta.

Si parte con un derby in salsa lombarda con gli amaretti che ospitano i milanesi del Gonzaga:
nel primo set Saronno parte un po’ in sordina e fatica a prendere il ritmo con alcune sbavature in battuta; ci pensa un trascinante Riva a togliere le castagne dal fuoco siglando con una pipe il primo vantaggio sul 6-5 e permettendo il fatale allungo di Saronno sul 15-9 e 21-15 con un chirurgico pallonetto.

Il set si chiude in tranquillità con un punto in difesa del centrale Ravasi (24-16) e ed un attacco di Capitan Fontana (25-17).
Nel secondo set Gonzaga conferma la nomea di essere una squadra che trascina gli avversari ai vantaggi: inizia il parziale punto a punto con le urla di Capitanio sul 5-3 che imbecca i suoi per i troppi errori di invasione. Saronno detta legge con Menardo a muro (9-5, 10-5) e col giro in battuta di Riva che crea un divario importante (15-8). La risposta di Gonzaga non tarda ad arrivare, con Buzzetti che manda in blackout la ricezione saronnese e permette ai milanesi di rifarsi sotto (15-11). Visto le difficoltà in battuta Coach Galimberti si gioca la carta Guerrini al posto di Ravasi e con l’aiuto di Buratti al centro Saronno mantiene il vantaggio fino al 20-17.
Gli ospiti non vogliono alzare bandiera bianca e si affidano a Priore per ritrovare la parità, complici due imperfezioni in ricezione dei padroni di casa (20-20), costringendo il coach degli amaretti a chiamare time out.
Al rientro in campo Menardo cerca Riva che risponde presente (21-20) col set che procede al fotofinish. Un imperioso mani fuori di Olivati sigilla il vantaggio di Saronno (24-23) che conquista il set point, subito trasformato in oro grazie ad un errore milanese che regala il 2-0 ai varesini (25-23).

Il terzo set risulta il più sofferto per gli amaretti, che faticano a mettere la testa davanti trovandosi per tutta la prima parte del parziale ad inseguire un Gonzaga determinato ad allungare la contesa. Il primo strappo bianco blu arriva sul 16-15 con un ace di Capitan Fontana, lo seguono Riva (18-17) ed un lungo linea di Olivati (19-18).

L’uomo della provvidenza in questo combattuto match risulta essere Riva, che trova l’allungo decisivo nel suo giro in battuta (20-18), capitan Fontana suona la carica (22-19) e Buratti (24-21) regala ai suoi 3 match points con un primo tempo di tutta esperienza. Il sigillo finale porta la firma del Man of the Match Matteo Riva, che chiude la contesa sul 25-22 regalando i 3 punti agli amaretti.
Una vittoria importante quella degli amaretti che con un rotondo 3-0 si portano al comando del proprio mini girone, come dimostra la soddisfazione di coach Galimberti a fine gara: “non era la partita più semplice da affrontare dopo l’ennesima sosta imposta da questa complessa programmazione, nonostante ciò i ragazzi hanno approcciato la partita nel migliori dei modi con un primo set davvero di altissimo livello qualitativo, con un Menardo che ha gestito molto bene tutti gli attaccanti ed un’attenzione in ricezione decisiva. A metà dal secondo set c’è stata un evidente flessione legata ad un abbassamento dell’attenzione che ha permesso a Gonzaga di rientrare a pieno nel match. Devo anche dire che i ragazzi sono stati molto bravi a reagire mettendo in campo quella concretezza e quella semplicità che ci hanno permesso di gestire al meglio le fasi cruciali dei set. Sottolineo la bella prova in attacco di Matteo Riva oltre all’ottima gestione di Menardo, vado particolarmente fiero dell’intensità che abbiamo messo in difesa. Adesso ci aspetta ancora una sosta dove dobbiamo essere bravi a mantenere i ritmi oltre a recuperare gli acciaccati.”

Pallavolo Saronno: Menardo 4, Olivati 8, Ravasi 9, Buratti 6, Riva 14, Fontana 12, Carrara (L), Guerrini, Calzaretti, n.e. Tariq, Danielli, Laneri, D’azzeo, Guaragna (L2). Coach: Galimberti.
Pallavolo Gonzaga: D’onofrio, Priore 8, Fontanella 9, Baldizzone 5, Comencini 6, Major 1, Altamura (L), Gambardella 1, Buzzetti, Magatelli 5, Venturini, Gunetto (L2) n.e., Valentinotti. Coach: Capitanio.