GERENZANO – E’ uno sfogo ma in fondo è ancor di più un’azione di sensibilizzazione ed una richiesta di maggior attenzione (per il verde, per il decoro, per le norme anticovid) il post pubblicato stamattina dall’associazione Il Gelso in merito al degrado trovato per l’ennesima volta al fontanile di San Giacomo.

Ecco il testo integrale

Questa mattina il parco del fontanile di San Giacomo si presenta così. Non è una novità, ogni giorno più o meno è in queste condizioni. Dovremmo essere in zona rossa, ma è più frequentato di quando c’era la normalità. Al di là di chi fa una salutare passeggiata, è anche pieno di persone a cui non frega niente di niente e nessuno, evidentemente persone misere che credono che lasciare questo schifo sia la normalità. Purtroppo ne stiamo uscendo sempre peggio, questi scenari si ripetono un po’ ovunque, basta leggere le cronache locali, e mentre qualcuno lotta per salvare vite e ridurre la sofferenza, mentre qualcuno affronta una vera emergenza non solo sanitaria, ma anche lavorativa, c’è chi pensa di sporcare e inzozzare impunemente.

Ovvio non si può sempre controllare il territorio costantemente, ma ogni tanto almeno sarebbe opportuno, perché questi scenari ormai stanno diventando quotidiani e a questi voncioni bisogna riportare tutto a casa.

Un consiglio, mi spiace per chi vorrà usare i tavolini magari per la pausa pranzo, ma non pulite, lasciate che si accumuli tutto, lasciateli nei loro rifiuti, nella loro aridità mentale. C’è anche una bicicletta… se qualcuno ha subito un furto magari è la sua.

3 Commenti

  1. quando i rifiuti lasciati in giro dopo un concerto sono degli anarchici telos la parola “sporcaccioni” la RDS non la usa. Misteri della vs professionalità giornalistica, vero?

  2. Ma poliziotti a cavallo? Guardie parco? Vigili? Provate in Svizzera a lasciare così un parchetto. Ti vengono a prendere a casa se non ti arrestano subito

Comments are closed.