Home Città Il Saronnese fa squadra contro le dipendenze dei ragazzi: dal gioco d’azzardo...

Il Saronnese fa squadra contro le dipendenze dei ragazzi: dal gioco d’azzardo a quelle digitali

179
0

SARONNO – UBOLDO – CARONNO PERTUSELLA – ORIGGIO – GERENZANO – CISLAGORiceviamo e pubblichiamo la nota dell’Amministrazione comunale in merito al progetto Gambling 2.0

Il Comune di Saronno dice di sì a “Gambling 2.0”, il progetto nche sviluppa e promuove azioni finalizzate al contrasto delle ludopatie.

L’iniziativa, promossa dall’Ambito distrettuale di Saronno (insieme a Saronno ci sono Caronno, Cislago, Gerenzano, Origgio e Uboldo) e finanziata totalmente da Regione Lombardia, vede il coordinamento della cooperativa sociale Lotta contro l’Emarginazione di Sesto San Giovanni, che ha già predisposto un cronoprogramma che va a determinare
gli interventi rivolti alle scuole e ai giovani.

“Il coinvolgimento attivo dei ragazzi previsto nel progetto – spiega l’assessore ai Sociali, Ilaria Pagani – ha maggior valenza proprio perché li porta ad un confronto reciproco e ad acquisire consapevolezza del problema
trovando insieme nuove strategie di approccio. Nel percorso di accompagnamento alla crescita degli adolescenti, ritengo che la collaborazione con le scuole del territorio sia un elemento essenziale per monitorare la situazione e poter intervenire efficacemente sulle problematiche e le manifestazioni di disagio”.

“Verranno così realizzati momenti informativi e formativi rivolti alle scuole di primo grado del territorio non ancora coinvolte nei programmi regionali passati – precisa l’assessore alla Pubblica Istruzione, Gabriele Musarò – e altri interventi saranno invece rivolti agli studenti più grandi delle scuole superiori”.

I cicli di incontri proposti (in modalità online o in presenza, a seconda delle opportunità) mirano alla condivisione con i ragazzi di un “patto educativo” e all’approfondimento con loro del tema delle dipendenze, siano esse legate al gioco d’azzardo, all’abuso di sostanze o degli apparati digitali. Gli studenti verranno infine
coinvolti a livello pratico attraverso sfide creative sui social, un monitoraggio e una restituzione.