SARONNO – Un episodio sconcertante, e cosa sia successo esattamente stanno adesso cercando di chiarirlo i carabinieri della Compagnia cittadina: stiamo parlando di quanto successo durante la notte. L‘allarme è scattato alle 22.30 quando qualcuno ha udito disperate richieste di aiuto. In un pozzo di aerazione dell’autosilo di via Milano era precipitata una persona, come ciò sia potuto accadere resta da chiarire. Di fatto, nell’immediatezza, sono accorsi con i militari anche i vigili del fuoco di distaccamento saronnese, che a loro volta hanno mobilitato i colleghi del Saf, il nucleo speleo-alpino e fluviale che sono riusciti ad infilarsi nel col pozzo ed a raggiungere il ferito, un ragazzo di 25 anni, che si trovava ad 8 metri di profondità. E’ stato imbragato con una speciale barella e quindi si è riusciti a riportarlo in superficie, poi la corsa con una ambulanza del Sos Uboldo all’ospedale San Gerardo di Monza, dove è stato ricoverato in gravi condizioni.

Al momento non sono note le generalità ed il luogo di residenza del giovane, e per quale motivo si trovasse lì, oltre tutto in un orario notturno con in vigore il coprifuoco per l’emergenza coronavirus. Sono dunque in corso le indagini che già nella giornata odierna dovrebbero chiarire ogni aspetto di questa vicenda.

(foto: una immagine dell’intervento notturno dei vigili del fuoco)

03042021

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.