ROVELLO PORRO / CESANO MADERNO – Nei giorni scorsi la segnalazione di un intruso alla piazzola ecologica di Rovello Porro, ora l’operazione dei carabinieri di Cesano Maderno passando dal giro di vite che vuole introdurre il Comune di Saronno nella struttura di via Milano e dal fermo a Cogliate: ai ladri piace il materiale che si trova nelle piazzole ecologiche destinate alla raccolta dei rifiuti riciclabili e “speciali”.

L’ultima operazione quella messa a segno nelle scorse ore dai carabinieri della tenenza di Cesano Maderno, con il supporto dei militari della sezione Radiomobile di Desio: hanno arrestato in flagranza di reato due uomini, un 62enne di Desio e un 61enne di Seveso. I militari sono intervenuti su comunicazione pervenuta al 112, dove era stata segnalata la presenza di tre persone, tra cui una donna, all’interno della piattaforma ecologica di Cesano Maderno, dove all’interno è stivato materiale di vario genere destinato al riciclo o allo smaltimento. All’arrivo degli uomini dell’Arma, i due soggetti, nonostante il tentativo di fuga, sono stati immediatamente bloccati mentre la donna, in posizione defilata, è riuscita a dileguarsi nell’area boschiva circostante.
Restituta alla società che gestisce l’area, la refurtiva che nel frattempo i tre erano riusciti a sottrarre, consistente in materiale per il cablaggio elettrico e vari dispositivi elettrici da quali estrarre il rame, sfruttabile per un successivo tornaconto economico. Il giudice del Tribunale di Monza, dopo aver convalidato l’arresto per tentato furto aggravato, ha rinviato l’udienza su richiesta delle difese.

13042021

1 commento

Comments are closed.