SARONNO – Il 5% dei focolai attivi nel territorio dell’Ats Insubria (che comprende le province di Como e Varese) si sviluppano in ambito aziendale. Lo conferma il direttore sanitario Giuseppe Catanoso che sottolinea l’attenzione di Ats “forse c’è stato un allentamento delle misure di prevenzione, magari un po’ di rilassatezza a cui bisogna porre rimedio”.

I focoiai più numerosi restano quelli familiari ma gli aumenti dei casi in azienda ha acceso i riflettori sul problema visto che si tratta di situazioni che vanno da 2 ai 30 contagiati per realtà produttiva. La situazione è simile in provincia di Como e di Varese.

Anche per questo Ats ha deciso di estendere il servizio Emercovid, attivo al momento per Amministrazioni e scuole, anche alle aziende: “Con il portale – spiega Paolo Bulgheroni, direttore dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria – sarà possibile per Ats e realtà produttive interfacciarsi rapidamente in caso di positività in modo da gestire tempestivamente le quarantene fiduciarie e i controlli”.

“Il controllo dell’epidemia in azienda è sempre stato alto –  conclude il direttore sanitario di Ats Insubria Giuseppe Catanoso – ora c’è questo strumento che ci permetterà di agire più velocemente e più efficace e che parte dal successo del emercovid scuole e da un protocollo siglato a livello nazionale. Un sistema che fa perno sulla stretta collaborazione con medico aziendale”.

_________________

Vuoi restare aggiornato sui dati della pandemia, sui divieti e sulle novità? Iscriviti al canale Telegram ilSaronno covid https://t.me/ilsaronnocovid

Dall’inizio della pandemia abbiamo sempre diffuso i dati relativi al contagio forniti dalle fonti ufficiale.
La Regione Lombardia diffonde quotidianamente un bollettino coi i dati relativi ai nuovi positivi emersi dall’elaborazione dei tamponi. Vengono conteggiati esclusivamente coloro che risultano positivi per la prima volta. Riportiamo il totale da inizio pandemia e la variazione giornaliera.

Altri dati vengono forniti dai sindaci che hanno a disposizione i dati forniti dall’Ats nel cruscotto a loro dedicato.
In questo caso oltre ai positivi ci sono anche i decessi, i guariti e in alcuni casi la fascia d’età.

Per informazioni generali sul Covid chiamare il numero 1500, numero di pubblica utilità attivato dal Ministero della Salute o telefonare al proprio medico di medicina generale o al medico pediatra.

1 commento

Comments are closed.