SARONNO – Monumento nazionale dal 1931, la chiesa di San Francesco torna ad essere oggetto di restauro: il via dei lavoro lunedì 22 marzo. La chiesa, sita in nell’omonima piazza nei pressi della stazione, aveva già subito un intervento conservativo nel 2018, cui lavori avevano interessato la zona presbiteriale, la volta e le pareti laterali.

L’intervento attuale, sotto la direzione dell’architetto Carlo Mariani, prevede invece il restauro del ciclo pittorico della navata centrale, realizzato da Giovanni Ambrogio Legnani, padre del famoso Legnanino, oltre all’affresco della controfacciata. “Si tratta di una operazione di restauro conservativo ed estetico che ha come obiettivi prioritari la conservazione dell’apparato decorativo, mirata alla ripulitura e al recupero delle sue cromie originali”, afferma la restauratrice Federica Bruschi. In particolare, ad oggi si stanno svolgendo i lavori sulla parete destra e sulla controfacciata, che termineranno entro questa estate. A giugno, a seguito dello smontaggio del ponteggio, sarà infatti possibile il raffronto tra le due pareti, così da ammirare tutta la bellezza del lavoro del restauro. La chiesa è sempre aperta al pubblico ed è possibile osservare i restauratori all’opera sui ponteggi.

(foto: alcune immagini dei ponteggi nella chiesa di San Francesco)

15042021