SARONNO – E’ stata una sfida con se stesso ad aver portato Antonio Vasselli, lo scrittore “saronnese acquisito dal 1987”, a dare alle stampe il suo nuovo libro: un thriller, il Seminarista, nelle librerie dal 31 marzo.

L’autore saronnese deve la propria notorietà in città grazie alle avventure del commissario Mezzasalma, la serie di gialli amata dai cittadini di Saronno, che, nei libri del commissario, ritrovano gli scorci della propria città, dove i saronnesi più conosciuti travestono nuovi panni e trovavano un ruolo nei misteri che sconvolgono la città degli amaretti.

Il Seminarista, però, si presenta come qualcosa di totalmente nuovo: “E’ stata una sfida con me stesso – racconta Antonio Vasselli – lanciata alcuni anni fa: mi sono messo in gioco con un nuovo genere, con una trama articolata e una psicologia dei personaggi approfondita”.

Si tratta del frutto di un percorso lungo sette anni. La genesi del romanzo risale, infatti, al 2014, quando l’autore iniziò le ricerche per l’ambientazione e le tematiche del nuovo thriller: “La trama si snoda su più livelli e coinvolge molti argomenti: dal Vaticano alla Cia, fino a giungere al mondo hacker. Documentarsi adeguatamente è stato molto impegnativo”.

Un’opera che l’ha tenuto impegnato fino al 2016, quando iniziò a lavorare sulla stesura narrativa, sull’ambientazione, che si è protesa fino al 2018.
Tempi non sospetti per un’epidemia imminente, eppure qualcosa in Vasselli già suggerì l’idea: tra i molteplici livelli della storia de Il Seminarista, uno riguarda un virus, una variante dell’influenza aviaria studiata e modificata in laboratorio. Così sarebbe nato l’H7n5, il virus che spaventa la popolazione per le sue potenzialità pandemiche.

“Si è trattato di una suggestione. Al tempo si parlava di una possibile guerra batteriologica, l’idea mi aveva spaventato molto: come si vince la guerra contro un virus? Mi sono lasciato coinvolgere da queste preoccupazioni e le ho inserite all’interno del romanzo, sebbene non si tratti di una linea fondamentale aiuta a trasportare il lettore in un’ambientazione thriller”.

Il Seminarista ha onorato, ancora una volta, la collaborazione di Antonio Vasselli con il fotografo Armando Iannone: tre book teaser con letture recitati di alcuni passi del romanzo, accompagnati dalle riprese di luoghi Saronno. La chiesa di San Francesco carica l’atmosfera di tensione mentre la voce narrante racconta di un omicidio; il palazzo dell’università saronnese immerso nel buio assume un’immagine inquietante sul doloroso monologo di un personaggio.
I book teaser sono solo l’ultimo risultato di un’amicizia duratura: “Ci siamo incontrati durante una manifestazione locale – ricorda Antonio Vasselli – Ci siamo presentati, ho visto subito la sua notevole anima artistica, è nata un’amicizia. Ci siamo trovati a lavorare insieme per questo nuovo romanzo come per gli scorsi episodi del Commissario Mezzasalma”.

(in foto: Antonio Vasselli, autore saronnese)

170042021