LAZZATE – Giorno speciale quello di oggi allo stadio di via Laratta: la partita della seconda giornata d’Eccellenza fra i locali dell’Ardor e l’ambiziosa Varesina è stata anche l’occasione per il taglio del nastro del rinnovato impianto sportivo, dove è arrivato anche il campo in sintetico, oltre a varie migliorie strutturali. Che per ora si sono goduti solo giocatori e relativo staff, si è giocato ovviamente a porte chiuse per l’emergenza coronavirus.

La cronaca – I campo tutti i big delle due squadre, che negli ultimi due mesi si sono rafforzate in vista dell’inizio di questa strana stagione, su tempi ridotti a causa della pandemia. Risultato a occhiali al termine del primo tempo. Partita comunque apertissima con occasioni da una parte e dall’altro. Come al 25′ quando Broggi, per gli ospiti, si invola in area locale e deve uscire Bozzato per respingere in fallo di fondo. Mentre al 88′ in mischia grandi proteste degli ospiti per Amelotti finito a terra all’altezza del dischetto del rigore. Sull’altro fronte, pericolose soprattutto le incursioni di Quaggio. Il gol al 45′: Urso appoggia in rete da due passi e praticamente a porta vuota dopo un “buco” della difesa di casa, sugli sviluppi di un assist dalla destra.

Ardor Lazzate-Varesina 0-1
ARDOR LAZZATE: Bozzato, Frigerio, Sala, Bigioni, Peverelli, Belotti, Cavalcante, De Vincenzi, Quaggio, Corsini, Ronchi. A disposizione o entrati in corso gara Bizzi, Bonazzi, D’Astoli, Manta, Cannizzaro, Pedrazzini, Cutuli, Canavesi, Martini. All. Bonazzi.
VARESINA: Spadavecchia, Nejmi, Essan, Zefi, Allodi, Amelotti, Mira, Bellacci, Kate, Rebolini, Anzano. A disposizione o entrati in corso gara Castelli, Urso, Broggi, Vezzi, Schieppati, Marchiella, Bregnaj, Tino, Boccadamo. All. Spilli.
Arbitro: Saffioti di Como (Monardo di Bergamo e Algieri di Milano).
Marcatore: 45′ st Urso (V).

(foto archivio: Ardor Lazzate in azione di gioco)

18042021