SARONNO – Da Saronno a Salò per vaccinarsi contro il covid: facile immagine lo stupore di una saronnese, di 58 anni (lavora in una scuola cittadina e quindi rientra fra le categorie che sino a pochi giorni fa avevano avuto la possibilità di prenotarsi) quando ha ricevuto l’sms di conferma della sua prenotazione da parte di Regione lombardia. Dalla città degli amaretti l’hanno mandata nella città sul lago di Garda. Ultimi “effetti” legati al portale che era in uso in passato e che aveva un particolare modo di gestire le prenotazioni sulla base delle distanze. La prenotazione era stata infatti eseguita il 4 aprile, molto prima dell’apertura dell’hub di Saronno e prima dell’apertura del nuovo portale prenotazioni gestito da Poste italiane.

Alla fine la donna a Salò (che dista 150 chilometri da Saronno) non ci è andata, e non è ancora riuscita ad avere un nuovo appuntamento: considerando che dal 30 aprile dovrebbero aprire le prenotzioni per gli under 60, probabilmente dovrà aspettare il mese prossimo.

21042021

4 Commenti

  1. signora lo hanno fatto per il suo bene, il muoversi fa bene alla salute e l’aria del lago di garda dicono sia benefica

  2. Sicuramente è un errore. Moltissime persone sono state mandate in Fiera a Milano, e può anche starci (anche se sarebbe stato meglio per altre categorie di età). Ma Salò è chiaramente un errore, a meno che la persona abbia la residenza in quel di Salò…

Comments are closed.