GROANE – L’assessore regionale alla Sicurezza, Immigrazione e polizia locale, Riccardo De Corato, ha partecipato ieri, da remoto, al “Comitato provinciale ordine e sicurezza pubblica” collegandosi con la Prefettura a Milano. All’ordine del giorno il “Progetto parchi”. La riunione, coordinata dal prefetto Renato Saccone, si è tenuta per concordare le iniziative finalizzate al contrastare allo spaccio e all’uso di sostanze stupefacenti nei parchi di Milano e provincia, in particolare quello di Rogoredo e delle Groane.  

Alla riunione erano presenti i comandanti delle polizie locali e i sindaci dei Comuni della provincia di Milano. “La riunione – ha sottolineato l’assessore De Corato – è stata molto utile per progettare varie iniziative, tra cui il controllo del territorio e la presa in carico del tossicodipendente”. “Il mio assessorato – ha aggiunto l’assessore regionale alla Sicurezza – concorda  sull’eventuale disponibilità di promuovere e finanziare accordi di collaborazione tra comandi delle polizie locali interessati territorialmente da queste criticità. Un fenomeno, quello della tossicodipendenza, davvero preoccupante. Un numero crescente di soggetti, spesso giovanissimi, si reca nei Comuni dell’hinterland milanese, dove le aree boschive permettono maggior libertà agli spacciatori”.

“Nei prossimi giorni – ha concluso De Corato – scriverò ai sindaci dei Comuni ribadendo la mia disponibilità a cofinanziare accordi tra le polizie locali, come prevede dalla legge regionale 6 del 2015”.

Negli ultimi mesi a Ceriano Laghetto è stato bonificato l’ex bosco dello spaccio, “riaperto” alle presenza anche del governatore della Lombardia, Attilio Fontana.

22042021