Home Groane Le donne della Lega di Monza e Brianza contro Beppe Grillo

Le donne della Lega di Monza e Brianza contro Beppe Grillo

127
4

LAZZATE – La Lega Donne di Monza e Brianza attacca Beppe Grillo per l’ormai noto video in cui difende le ragioni del figlio Ciro indagato per stupro di gruppo: «Le giustificazioni, le parole di Grillo, sono una seconda pugnalata».

Durissimo il commento della sezione rosa brianzola del Carroccio: «Il giustizialismo dei 5 Stelle vale solo per gli altri. Il partito dei forcaioli ora guarda caso si scopre garantista», dice Barbara Mazzarello referente di Monza e Brianza per il gruppo donne della Lega e assessore a Lazzate, «sottolineare il tempo trascorso dal presunto stupro alla denuncia è surreale: sarebbe opportuno chiedersi come mai sia trascorso tanto tempo dai fatti alla prosecuzione delle indagini». «Le parole di Beppe Grillo, che sfrutta il suo ruolo politico per difendere il proprio figlio dall’accusa di un reato gravissimo, cancellano anni di battaglie per i diritti delle donne e la mancata netta condanna da parte dell’ex Premier Conte è una seconda pugnalata», afferma Laura Capra, consigliere provinciale con delega alle Pari Opportunità. «Il silenzio e il tentativo di giustificare chi dichiara non credibile la vittima solo per una denuncia tardiva sono vergognosi quanto le parole stesse – continua Capra – è ora di finirla di essere dalla parte dei diritti delle donne solo quando non risulta scomodo politicamente».

22042021

4 Commenti

  1. Care donne della lega che Grillo abbia dato fiato alla bocca è fuori dubbio ma che ne pensate dell’anima piu’ oscurantista che aleggia nel vostro partito? Avete presente i deliri del manifesto della lega di Krotone e il buon Pillon fermo ha posizioni prossime al tardo medioevo.
    Perchè non neghiamolo alcuni di voi pensano che “eri vestita troppo audace”, “non hai gridato abbastanza forte”, “ma che ci facevi a quella festa… se te ne stavi a casa tua non ti succedeva”…

  2. Fa piacere che anche nella lega ci sia un movimento femminile che una tantum si fa sentire (magari sotto consiglio di qualcuno)

    • Non credo che ci serva serva il “consiglio” di nessuno e anche il pensarlo oltre che scriverlo , denota quanto ancora si sia piccoli . Mi sarei aspettata due voci maschili contro il delirante intervento di Grillo e invece leggo due interventi fuori luogo , inutili . Medioevo , basso

      • Concordo con lei…… E sono assolutamente contrario alle solite frasi del tipo “era vestita troppo provocante” perché la differenza tra un uomo e un animale dovrebbe essere l uso della ragione…… Ma in Italia, sopratutto una certa parte politica, sostiene i diritti a proprio piacimento.

Comments are closed.