SARONNO – Era già stato protagonista di due movimentati episodi il 50enne d’origine piemontese che nella notte tra giovedì e venerdì è stato arrestato dai carabinieri dopo aver incendio in 6 punti diversi del centro storico cumuli di sacchi della spazzatura e bidoni esposti per la raccolta differenziata.

In sostanza terminate le pratiche in identificazione, realizzate nella caserma di via Manzoni dopo che l’uomo era stato fermato mentre si allontanava da via Garibaldi dove bruciavano 6 diversi cumuli di spazzatura, i carabinieri hanno ricostruito come il 50enne fosse stato protagonista di 2 movimentati episodi, il primo avvenuto in piazza Libertà.

Il 50enne si era reso responsabile del danneggiamento dei distributori di alimenti e bevande. Per la precisione aveva tentato di appiccare il fuoco all’area ristoro situata a pochi passi dai pennoni. Ma non solo. Per lui è in arrivo anche l’accusa di rapina impropria. Entrato in una pasticceria in ztl si era fatto consegnare alcuni prodotti salvo poi tentare di lasciare il punto vendita senza pagare. A bloccarlo sono stati alcuni clienti che l’hanno fermato. L’uomo ha reagito aggredendo a calci e pugni i malcapitati.

01052021