SARONNO – Questa mattina il sindaco Augusto Airoldi ha fatto il punto sull’emergenza coronavirus a Saronno, ospite dell’emittente comunitaria Radiorizzonti.

“I numeri forniti da Ats Insubria per Saronno indicano in città 170 cittadini positivi, erano 131 lunedì scorso, +69. Ahimè si è registrata una inversione della curva. Questo spinge a riflettere ancora sulla importanza di evitare assembramenti, sul corretto uso della mascherina e l’adozione di tutte le indicazioni delle autorità sanitarie, tenendo alta la guardia. Soprattutto ora che arriva anche la bella stagione e c’è più voglia di uscire e stare insieme”. Sempre riguardo ai dati saronnesi, sono aumentati i guariti, 3.472 cittadini da inizio pandemia, dai 3417 della scorsa settimana, +55. Purtroppo si segnalano in incremento anche i decessi arrivati al numero di 200, +2 nell’arco della settimana” ha riferito il primo cittadino.


Vuoi restare aggiornato sui dati della pandemia, sui divieti e sulle novità? Iscriviti al canale Telegram ilSaronno covid https://t.me/ilsaronnocovid

Dall’inizio della pandemia abbiamo sempre diffuso i dati relativi al contagio forniti dalle fonti ufficiale. Regione Lombardia diffonde quotidianamente un bollettino coi i dati relativi ai nuovi positivi emersi dall’elaborazione dei tamponi. Vengono conteggiati esclusivamente coloro che risultano positivi per la prima volta. Riportiamo il totale da inizio pandemia e la variazione giornaliera. Altri dati vengono forniti dai sindaci che hanno a disposizione i dati forniti dall’Ats nel cruscotto a loro dedicato. In questo caso oltre ai positivi ci sono anche i decessi, i guariti e in alcuni casi la fascia d’età.

(foto: il sindaco Augusto Airoldi)

03052021

4 Commenti

  1. Questo spinge a riflettere … sulla poca utilità della noral suasion e sui pochi controlli e sanzioni che vengono fatte dalla Polizia Locale.

  2. Vanno controllati bar, pub, luoghi e ambienti occulti di degustazioni di birra e vino, dove gli assembramenti sono scontati e dopo le 22,00 il coprifuoco diventa un divertimento del me ne frego di gestori e avventori adulti non vaccinati al limite dell’ubriacatura. Multe e chiusure sanzionate possono educare questi analfabeti della civiltà.

  3. Ma oltre ai bar, ristoranti che giustamente devono rispettare gli orari e i distanziamenti parliamo anche degli assembramenti x manifestazioni al Parco Lura ben dopo le 22.00. Lì quanti contagi!!!!!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.