SARONNO – La dotazione è semplice ed essenziale: un termometro digitale, carta e penna, una sedia a rotolle per chi ha difficoltà a muoversi ma soprattutto tanta gentilezza e disponibilità. Così ogni giorno i volontari di Croce Rossa Italia e protezione civile accolgono i vaccinandi che arrivano all’hub dell’ex scuola Pizzigoni in via Parini.

Oggi nell’ambito della serie di articoli dedicati alle domande di lettori sull’hub vaccinale parliamo del servizio di accoglienza esterno.
Il primo punto è esterno sotto un gazebo appena oltre il cancello. “Raccomandiamo sempre di arrivare con un massimo di un quarto d’ora d’anticipo per evitare che si creino code. Chi arriva è spesso preoccupato di dover attendere e vuole essere rassicurato sul fatto di essere nel posto giusto ed avere qualche informazioni anche sul disbrigo della parte burocratica che preoccupa sempre un po'”.

Per prima cosa i volontari misurano la febbre e controllato che il vaccinando sia effettivamente in lista a quell’orario quindi lo fanno accedere indirizzandolo alla porta d’ingresso del plesso scolastico dove troverà la protezione civile per un’ulteriore step. All’ingresso è anche possibile lasciare i propri recapiti per poter essere chiamati nel caso in cui ci siano delle dosi di vaccino inutilizzate perchè qualche persona prenotata non si presenta: “E’ utile precisare che si possono iscrivere a queste liste solo coloro che fanno parte delle fasce d’età per cui è in corso la vaccinazione”.

05052021

1 commento

Comments are closed.