SOLARO – Una residenza sanitaria per anziani da 240 ospiti ed un centro diurno nel futuro di Solaro. E’ stato recentemente avviato l’iter per la realizzazione della residenza che sarà edificata in via San Quirico da un operatore economico a seguito della cessione dell’area oggi di proprietà della Parrocchia Santi Quirico e Giulitta.

L’amministrazione sta contribuendo al processo, lavorando sui contenuti della convenzione per assicurare ai solaresi importanti condizioni che toccano più ambiti.
L’importante servizio a favore della popolazione anziana sarà affiancato a un diritto, da parte dei cittadini solaresi, ad un numero minimo di posti convenzionati con una considerevole agevolazione sulla retta di degenza.

I cittadini di Solaro avranno altresì priorità nella fase di ricerca del personale per gli oltre 200 posti di lavoro che verranno a crearsi. In quest’ottica, il Comune ha già previsto una collaborazione con Afol Metropolitana per organizzare corsi professionalizzanti con l’intenzione di contribuire alla formazione del futuro personale della Rsa.
Nella stessa area sarà realizzato inoltre un Centro diurno per anziani, gestito per vent’anni dall’operatore senza costi per la collettività, da 30 posti riservati anch’essi prioritariamente ai cittadini anziani di Solaro.

Con l’incasso degli oneri di urbanizzazione ed il contributo sui costi di costruzione, il Comune finanzierà opere pubbliche da realizzarsi anche nella zona del quartiere San Pietro-Carlo Porta. Nell’ottica di una riqualificazione completa dell’area, sono previste ricadute positive importanti sotto molti aspetti, per il quartiere e per i suoi cittadini.

Sono attualmente allo studio nuove soluzioni viabilistiche per assorbire al meglio i cambiamenti di tutta la zona est del centro del paese, a partire dalla rigenerazione urbana di piazza Cadorna con la rinascita del polo culturale e sociale di Regina Elena, passando per l’apertura del rinnovato oratorio e la realizzazione della residenza per anziani. Influirà positivamente sul traffico locale anche la creazione della nuova rotatoria all’incrocio tra corso Europa e via Roma, che allontanerà il traffico di passaggio dal centro paese rendendolo più sicuro e vivibile.

Il terreno indicato nel piano di realizzazione della residenza per anziani è attualmente un’area libera di verde incolto, sulla quale sorgono diversi alberi ed è presente un’area con acqua stagnante. È previsto un piano di compensazione ambientale che l’operatore economico, come da normativa, sta definendo con Regione Lombardia.

Dall’inizio dei lavori, che potrebbe essere stimato entro la fine del 2021, sono previsti 16 mesi per il completamento dell’opera.

“Quando ci è stata proposta la realizzazione di una residenza per anziani – Maurizio Castelnovo, assessore all’Urbanistica – subito apprezzato l’occasione di accrescere e migliorare i servizi per il territorio. Per questo abbiamo lavorato affinché l’idea proposta contemplasse opere di miglioramento del territorio stesso riservando particolare attenzione agli interventi di compensazioni ambientali che interesseranno più ambiti all’interno del nostro Comune. Pensiamo inoltre che anche grazie a quest’opera potremo dare una svolta all’intero quartiere, sia dal punto di vista della vivibilità, dal punto di vista viabilistico e della sicurezza”.

12052021

4 Commenti

Comments are closed.