SARONNO – Saronno diventa la scenografia di un video per la sensibilizzazione verso la comunità Lgbt+. La stazione di Saronno, Villa Gianetti, parco Santuario e piazza Libertà sono i luoghi in cui è stato ambientato il video diretto dal regista Riccardo Banfi e realizzato dal videomaker Filippo Corbetta, che hanno dato l’opportunità agli studenti della Performative Arts Village (Pav), la scuola di cinema e teatro saronnese, di mettere in pratica le loro conoscenze.

Il video, dal titolo “Vi sentiamo”, si propone di parlare del Ddl Zan, il disegno di legge proposto dal deputato Pd Alessandro Zan e finalizzato ad aggiungere la pena aggravata per crimini d’odio anche nei confronti della comunità omosessuale, lesbica, bisessuale e transgender.

“Riteniamo giusto dare il nostro contributo – hanno affermato Gianmaria Fornari e Roberto Fornari, insegnanti della scuola di cinema saronnese – Crediamo sia una giusta causa, che può fare del bene a diverse persone.”

“Non si tratta – continuano – solo di un contributo di volontariato sociale, ma è anche un’importante esperienza per i nostri studenti di regia.”

L’iniziativa è nata dalla consigliera comunale Pd Lucy Sasso: “Ho visto grande entusiasmo da parte di attori volontari, ragazzi e ragazze gay, lesbiche e transgender, che hanno voluto metterci la faccia per aiutare in questa importante causa – racconta la consigliera comunale – Ma Saronno non è la sola città ad aver concesso il patrocinio, anche il Comune di Bollate ha dato un importante contributo: l’assessore alle Pari Opportunità, Lucia Albrizzio, ha deciso di aderire all’iniziativa, condividendo il progetto”.

E da Bollate arriva anche uno degli attori: Jordan Cozzi, consigliere comunale di Sinistra Nuova per Bollate, che commenta: “Unirsi su comuni è importante per fare rete, farsi forza: è un messaggio universale”.

Un importante segno di collaborazione è arrivato anche dall’associazione Agedo Como-Lecco che ha sostenuto la causa, insieme all’associazione Arcigay Varese.

“Vorrei inoltre ringraziare – commenta nuovamente Lucy Sasso – la consigliera comunale di [email protected] Nourhan Moustafa e Alessandra Pagani, che mi hanno supportato nell’organizzazione del progetto”.

(in foto: alcuni momenti del backstage durante le riprese)

04052021