SARONNO – “Mi ha colpito l’appello di Fedez rivolto ai politici per la donazione del 2×1000 dei partiti ai lavoratori dello spettacolo, perche’ viene da un artista che oltre alle chiacchiere ha donato e raccolto più di 4 milioni di euro da destinare a questi lavoratori. Tuttavia, non credo che il punto siano le risorse dei partiti, che pure pagano stipendi e affrontano spese ogni giorno e sono un pezzo della nostra democrazia, ma la solidarietà che dobbiamo a chi da sempre ci intrattiene e ci regala emozioni e oggi è in ginocchio a causa del covid. Per quel che vale rispondo positivamente al suo appello e farò una donazione a “Scena Unita”, il fondo creato ad hoc dallo stesso Fedez e da molti altri artisti, sperando che altri miei colleghi facciano altrettanto”. Lo dichiara in una Gianfranco Librandi, deputato di Italia viva, in un dispaccio pubblicato sul suo sito internet.

“Oltre a questo – rileva Librandi – mi impegnerò nella Commissione lavoro e in parlamento affinchè vengano stanziate nuove risorse e aiuti per lo spettacolo. Non entro nelle polemiche che hanno riguardato il Primo maggio. Stimo Fedez come artista e apprezzo molto il suo impegno sociale: un impegno verso chi lotta “a denti stretti per non andare a fondo”. Condivido anche molto del suo intervento sul palco, ma allo stesso tempo ritengo legittimo che gli editori si interessino dei propri prodotti. Probabilmente la verità sta nel mezzo. Quel che è certo è che le questioni da lui poste, dai sostegni economici ai diritti civili, sono giuste e vanno risolte. Ora si superino le polemiche e ci si rimbocchi le maniche nelle istituzioni”.

14052021