SARONNO – Una segnalazione dei cittadini su infiltrazioni dal soffitto della sala d’attesa del pronto soccorso dà a Movimento 5 stelle l’occasione per tornare a parlare del presidio di piazzale Borrella chiedendo più trasparenza e informazione.

Ecco il testo integrale della nota

In questi ultimi anni un tema molto ricorrente sia a Saronno che nel suo comprensorio e’ stato quello sull’attuale situazione e sul futuro del suo ospedale. In città si sono organizzati incontri pubblici, sono nate petizioni, il tema “ospedale” è stato protagonista di tante promesse nella campagna elettorale appena trascorsa, con impegni specifici  da parte di chi ha vinto le elezioni. Ultima iniziativa la missiva recapitata a Regione Lombardia all’assessore  alla Sanita’ Letizia Moratti, con le firme raccolte sino ad oggi ma che ad oggi non hanno ancora trovato riscontro. Dei fondi stanziati dalla Regione non vi è traccia, non se ne conosce neppure il reale importo che oscillerebbe dai 25 ai 30 milioni di euro.

Il M5S di Saronno ha raccolto in questi giorni alcune segnalazioni da parte di cittadini, supportate anche da foto che alleghiamo per meglio comprendere, le segnalazioni riguardano lo stato in cui versa la sala d’attesa del pronto soccorso dell’ospedale, un luogo che dovrebbe accogliere i famigliari e gli accompagnatori in modo quantomeno adeguato a tutela della salute di tutti ma che si presenta (come appare nelle foto) in condizioni malsane con i soffitti macchiati dalle muffe le cui spore vengono inalate da chi spesso è costretto a soggiornarvi in attesa, a volte anche per ore.

È a questo punto che ci si pone alcuni interrogativi sulla trasparenza e l’informazione riguardo gli investimenti di cui abbiamo fatto cenno e di cui tanto si è detto senza spiegare nulla circa il come e il quando questi soldi saranno spesi. Allo stato attuale queste domande non hanno risposte concrete e per questo sollecitiamo come M5S e come cittadini la Regione Lombardia affinché faccia chiarezza e ci ponga nella condizione di avere un’informazione più precisa e incisiva sulla destinazione di queste risorse economiche, messe a disposizione per eventuali investimenti sul nosocomio saronnese.

Chiediamo anche all’Amministrazione di sollecitare l’Azienda Sanitaria di riferimento per sanare quanto emerso sul pronto soccorso, considerando che un tale intervento non impegnerebbe risorse economiche cosi elevate da comportare delle specifiche in bilancio rientrando nelle spese di ordinaria manutenzione.

1 commento

  1. Ma noi dai cosa dite mai, per Veronesi della Lega e’ tutto perfetto, una meraviglia.
    Sono le persone al pronto soccorso che se si lamentano sono anti lombarde.

Comments are closed.