SARONNO – “Apprendiamo dalla stampa di un protocollo per la ripartenza delle discoteche inviato al Cts. Bene, siamo soddisfatti. È merito del sindaco di Milano Beppe Sala che con Stefano Melis del Just Cavalli, Gianluigi Ottomeni del Fabrique e le maggiori associazioni di categoria, a partire dalla Silb, avevano lavorato all’esperimento per la riapertura dei club al pubblico nell’ultima decade di maggio, tenendo varie riunioni dal 3 marzo al 26 aprile, sulla base del protocollo redatto dai virologi Bassetti e Locascio. È un’ulteriore risultato del coraggio e del rischio ragionato di Draghi e Sala. È l’approccio giusto per far ripartire l’economia e il Paese. Ringraziamo il sindaco Sala per la sua lungimiranza. Insieme a noi dovrà essere sul palco, raccomandando tutti i partecipanti di “togliersi quasi tutto, ma mai la mascherina!”. A parlare Gianfranco Librandi, parlamentare saronnese ed esponente di Italia viva.

Dei due progetti pilota, al Fabrique di Milano e al Praja di Gallipoli, quello milanese rappresenta la sfida più avvincente perché si terrà in un locale al chiuso. L’idea è nata in seguito all’esperimento del concerto a Barcellona, poi replicato ad Amsterdam. Saremo rigidissimi e molto attenti nell’applicazione del protocollo, che è stato studiato sul modello di quello utilizzato sulle navi da crociera, perché questo è un banco di prova per rilanciare tutto il settore e garantire ai giovani spazi in cui vedersi e divertirsi in sicurezza.
19052021

1 commento

Comments are closed.