CERIANO LAGHETTO – Nuovi cartelli con i nomi delle vie sulle strade di Ceriano Laghetto. Al posto dei cartelli tradizionali standard, nei giorni scorsi sono stati posizionati nuovi cartelli “arricchiti” con una immagine e una breve descrizione del personaggio o dell’evento a cui è dedicata la strada. L’iniziativa è stata promossa dall’Amministrazione comunale del sindaco Roberto Crippa in collaborazione con il Circolo storico cerianese, contattando  Tiziano Nasini, appassionato studioso di toponomastica, di Varedo, che ha ideato e registrato i nuovi modelli di cartello di denominazione stradale e lo ha sperimentato qualche mese fa proprio nella vicina Varedo. “Ceriano Laghetto è il primo comune d’Italia ad avere posizionato anche il proprio gonfalone all’interno dei nuovi cartelli. Il prossimo a partire sarà Carate Brianza” racconta Nasisi, che spiega di aver voluto dare risposta alle curiosità di tanti, che di fronte al nome di una strada si chiedono quale storia ci sia dietro il personaggio, l’evento o la località a cui è dedicata.

“Abbiamo visto questa iniziativa a Varedo e abbiamo voluto introdurla anche Ceriano Laghetto perché ci è sembrata molto interessante ed efficace per fare conoscere almeno in maniera sommaria i soggetti a cui sono intitolate le nostre strade, come occasione anche magari per una riflessione o per ripassare qualche nozione o scoprire qualche curiosità, anche questo è un modo per diffondere la passione per la storia, l’arte e la cultura di cui è ricchissimo il nostro Paese” spiega l’assessore comunale alla Cultura, Romana Campi. Per il momento, in questa prima fase sperimentale, a Ceriano Laghetto sono stati realizzati nuovi cartelli su 31 vie: si va dai classici Michelangelo Buonarroti, Giovanni Boccaccio o Camillo Benso di Cavour a denominazioni più contemporanee come Carlo Alberto Dalla Chiesa o Caduti di Nassyria: una foto e due righe con un limite di 180 carattere, aiuteranno tutti a ricordare il significato dell’intitolazione di quella strada.

19052021

10 Commenti

  1. Quando non si sa come spendere il danaro pubblico.
    Quale la prossima mossa? Un totem informativo su ogni strada con le segnalazioni degli eventi in corso sulla strada? L’almanacco del giorno dopo?

    • Ceriano sta puntando tutto per diventare il Borgo più bello d’ Italia.
      Tutti gli altri rosicano.

      Ora verrà messo il porfido su un altro pezzo di strada, mi dicono quella che va verso il castello visconteo.
      Come buttare i soldi dei contribuenti.

  2. Ottimo pero se cerchi una via no c’è mai un vigile a cui rivolgersi , nemmeno per telefono , poi c’è un piccolo cantiere e per andare al Comune limitrofo di indicano la strada più lunga ,i cartelli esposti non sono a norma ( non si trovano nel regolamento del codice della strada ) , ma nessuno fà niente , però ti si chiede se hai la bottiglietta d’acqua quando vai in giro con il cane , strano paese Ceriano L.tto , speriamo in un cambiamento .

  3. Bellissimi!

    A Solaro appare ancora cartello USSL 4.
    Non si chiama USSL da vent’anni.
    Non c’è più Asl a Solaro da 10.
    🤣🤣🤣

    • Ha ragione , io fossi in Lei mi trasferirei subito a Ceriano L.tto , pensi a Solaro si contesta la misura, l’ampiezza dei nuovi marciapiedi , mentre a Ceriano non li fanno proprio , nuova strada senza marciapiedi , io mi trasferirei .

  4. Direi non così necessari … meglio spendere diversamente i soldi disponibili.
    Il settore dei cartelli stradali è stato danneggiato dalla pandemia? Boh …

  5. Chissà xché Solaro è piena di delinquenti, è vecchia, brutta e cattiva, ma se si gira x il centro trovi tutti i Cerianesi . Solaro si critica , xché fà e dà servizi ,a Ceriano è difficile criticare c’e il nulla da 12 anni , svegliatevi Cerianesi .

  6. tutti i solaresi a criticare Ceriano, poi ogni anno fanno a gara ad intasare le scuole del paese (che sono pure di un’altra provincia), che a causa di una preside scellarata del comprensorio finiscono per togliere i veri servizi ai cittadini cerianesi. Se è cosi bella solaro, perchè i vostri figli non le iscrivete alle scuole del vostro bel comune? Per non parlare dell’ acquisto degli immobili….la metà sono venduti a solaresi che si trasferiscono a Ceriano perchè nel loro comune stavano veramente bene!!!

Comments are closed.