Home Groane I carabinieri identificano il ladro degli orti, ma lui è uccel di...

I carabinieri identificano il ladro degli orti, ma lui è uccel di bosco

438
1

SOLARO – I numerosi furti ed episodi vandalici all’interno degli orti urbani di Solaro hanno un responsabile. I carabinieri sono riusciti a riconoscerlo ed identificarlo, però l’uomo è attualmente irreperibile. Pare si tratti di un cittadino extracomunitario senza fissa dimora che alberga nei boschi del Parco delle Groane spostandosi frequentemente e vivendo di espedienti, come ad esempio piccoli furti, anche di materiale da rivendere. In particolare sarebbe il responsabile di uno degli episodi più recenti, quando gli utenti degli orti di via Leonardo Da Vinci hanno trovato casette ribaltate e danneggiate, ma è probabile che sia lui il “frequentatore” assiduo dell’area. L’uomo è già conosciuto alle forze dell’ordine: si muove di notte e resta rintanato di giorno, nei boschi, per rendersi irreperibile. Essendo senza fissa dimora, è al momento irrintracciabile.

Gianmarco Belotti capogruppo d’opposizione della lista Lega Centrodestra Solaro ha portato la questione in consiglio comunale: «Sono trascorsi quasi due mesi dall’installazione del sistema di videosorveglianza presso gli orti urbani e, da allora, siamo venuti a conoscenza di almeno cinque episodi di atti vandalici e furti. Non è sufficiente posizionare tre telecamere al centro del parcheggio: occorre verificarne il funzionamento, occorre verificare periodicamente che abbiano “campo libero” ed occorre soprattutto “coprire” adeguatamente l’intera area. Come abbiamo appreso in consiglio comunale a fronte dell’ennesima interrogazione a tema, il 9 aprile non era stato possibile individuare i vandali a causa delle fronde di un albero che impedivano la visuale alle telecamere. Tagliati finalmente i rami (cosa che andava fatta prima di mettere in funzione le videocamere), sono comunque avvenuti episodi il 5, 7, 9 e 16 maggio. L’identificazione è sicuramente possibile, non grazie alla videosorveglianza comunale, lontana e mal posizionata, quanto piuttosto alle immagini private fornite da un ortista al quale hanno rubato, tra l’altro, proprio il sistema istallato a sue spese. Che però si è attivato all’atto del furto generando un magnifico primo piano del ladro».

25052021

1 commento

  1. Prima si chiedeva un poliziotto x ogni via , oggi si chiede una telecamera ogni via , ogni casetta , ma se continuano a rubare xché i proprietari non lo aspettano ?

Comments are closed.