Home App Addio Marcello Richiardi, saronnese docente Unitre attivissimo in tante associazioni cittadine

Addio Marcello Richiardi, saronnese docente Unitre attivissimo in tante associazioni cittadine

1036
0

SARONNO – Si è spento all’età di 72 anni Marcello Richiardi saronnese attivissimo nel mondo delle associazioni cittadine. Non a caso sono molti gli amici che hanno condiviso con lui impegni e passioni che hanno partecipato ai funerali celebrati alla Sacra Famiglia. Avvocato civilista Richiardi era conosciuto soprattutto come docente Unitre, non solo a Saronno, ma anche come donatore Avis, come socio del Lions Club Saronno Insubria e collaboratore di Radiorizzonti e del consultorio familiare cittadino. Appassionato di storia e in particolare di quella militare univa competenza a disponibilità ed impegno sociale.

“Siamo rimasti tutti addolorati e increduli. Ancora fino a poche settimane fa, insieme stavamo programmando il suo corso per il prossimo anno accademico. Una grave perdita”. Sono le parole della presidente Unitre Lucia Saccardo per Richiardi socio docente, ininterrottamente dal 1996, in Unitre ricopriva la carica di revisore dei conti.

Anche l’Unitre di Cesano Maderno aveva chiesto la sua collaborazione, interessata ai suoi corsi così particolari. Infatti, oltre ad essere uno stimato avvocato, da sempre coltivava la passione per la storia militare: ogni anno sceglieva un argomento sicuramente nuovo, spaziando dagli antichi popoli fino ai nostri giorni, suscitando grande interesse e dimostrando eccezionale competenza.

“Generoso collaboratore anche con il Comune di Saronno e con l’Associazione Alpini, si mostrava sempre pronto a divulgare le sue conoscenze con incontri pubblici rivolti a tutta la città, in particolare in occasione delle ricorrenze più importanti della Storia d’Italia. E’ stato piacevole condividere con lui un lungo tratto della nostra vita: mite e cortese, sapeva essere anche ironico, spiritoso e divertente”.

Saccardo conclude facendosi portavoce del cordoglio del consiglio direttivo, dei colleghi docenti, dei collaboratori di segreteria e del collegio dei revisori dei conti ringraziandolo “per quanto ha generosamente operato all’interno e in favore della nostra associazione”