SARONNO – E’ un saronnese di 19 anni, ora piantonato dai carabinieri all’ospedale di piazza Borella, il responsabile del movimentato episodio che si è verificato nella tarda mattinata odierna in corso Italia dove, armato di un coltello da macellaio, ha minacciato e cercato di rapinare due ragazze che erano sedute ad una pianchina, poi ha ferito al volto un 35enne intervenuto in sua difesa e quindi è stato “atterrato” da un altro cittadino. Il diciannovenne, cadendo, si è a sua volta ferito ad una mano ed ora, dunque, è stato ricoverato al nosocomio cittadino.

Si tratta di una persona in cura al centro psicosociale; la sua posizione è al vaglio della procura.

Intanto, in corso Italia, la squadra scientifica dei carabinieri ha eseguito tutti i rilievi del caso.

La ricostruzione dei fatti – Il giovane sarebbe arrivato in bicicletta alle 11.45, prendendosela con le due giovani, che hanno chiesto aiuto. Da un bar vicino l’ìntervento dei cittadini, poi l’arrivo di carabinieri e polizia locale ed il fermo dell’aggressore.

(foto: i rilievi della squadra scientifica dei carabinieri nel luogo dell’aggressione in corso Italia)

16062021

8 Commenti

  1. Un saronnese ? Non un extracomunitario ? Quindi stavolta non parte la tiritera sui rimpatri, sulla sicurezza, etc.
    Leoni da tastiera è andata male … va beh … sarà per la prossima volta.

    • È riuscito a fare polemica anche per un fatto così grave. Saronno sta’ diventando squallida proprio a causa di persone come lei.

    • Ci sei già te che sbrani tutti con la tastiera… e sei lì ad aspettare un caso su cento per scrivere la solita banalità.
      Peccato che il caso non cancella gli altri 99.

  2. Domani ci saremo dimenticati, ma questo fatto rischiava di finire come la tragedia di Ardea: una persona con palesi problemi psicologici armata.. In Saronno ci sono davvero tante persone come quella arrestata oggi e basta girare per la città per conoscerli. I Servizi Sociali del Comune facciano qualcosa!

Comments are closed.