SARONNO – Stamattina alle 9 al Santuario della Beata Vergine dei Miracoli si è tenuta la messa in suffragio di Giovanni Palermo carabiniere morto in servizio nel 1998 a Caronno Pertusella. Alla cerimonia anche una nutrita delegazione della compagnia carabinieri di Saronno guidata dal capitano Fortunato Suriano e da Nicola Muscettola. Presenti anche i delegati all’associazione nazionale carabinieri sezione di Saronno. A dimostrare l’attenzione della città anche il sindaco Augusto Airoldi.

A ricordare il sacrificio di Palermo è stato il prevosto ad inizio celebrazione quando ha evidenziato anche il conferimento del presidente della Repubblica, l’anno dopo della morte, della medaglia d’argento al valor civile al militare della compagnia di Saronno.

Giovanni Palermo fu ucciso proprio il 3 luglio 1998 durante un controllo a Caronno Pertusella.
Palermo prestava servizio nel Nucleo operativo radiomobile saronnese: quella notte alcuni cittadini, a Caronno, avevano segnalato una persona che scavalcava la recinzione di una ditta. Il malvivente quando si era trovato faccia a faccia con il sottufficiale dell’Arma aveva sparato un colpo di pistola che aveva centrato il militare. Era stato successivamente rintracciato e arrestato, assieme ad alcuni complici.