SARONNO – Strade deserte e il commento della partita a partire dall’inno che si sente arrivare dalle finestre aperte. E’ il più classico degli scenari “da finale” quello che offre questa sera Saronno.

La maggior parte dei saronnesi si è organizzato per vedere la partita a casa con amici e parenti. Qualcuno è riuscito a prenotarsi un posto per vedere Italia-Inghilterra su uno dei tre maxischermi in città.

Il primo è stato allestito dal Comune sfruttando le dotazione del cinema sotto le stelle a Casa Morandi. Presenti con un centinaio di cittadini il sindaco Augusto Airoldi, l’assessore allo Sport Gabriele Musarò e il consigliere comunale Mattia Cattaneo. Complessivamente nel cortile di Casa Morandi sono arrivate 140 persone qualche gruppo di ragazzi, diverse coppie e qualche famiglia.

Confermato anche il maxischermo all’oratorio del Matteotti dove sono tornate le famiglie. Confermate tutte misure di sicurezza anticovid, compreso il tetto massimo alle presenze, proprio come all’oratorio di via Legnani. Come per tutti gli altri incontri doppia location prima sui campi da basket al coperto per garantire una buona visibilità poi nei maxi cortile.