LIMBIATE – Anche la Lega ha detto “sì” alla ricandidatura del sindaco Antonio Romeo per le prossime amministrative limbiatesi.

Si sono incontrati la scorsa settimana lo stesso sindaco Romeo e i vertici dei lumbard e la riunione è stata positiva, visto che la Lega ha confermato l’appoggio accordato cinque anni fa: il sì leghista si aggiunge all’appoggio di Forza Italia, Fratelli d’Italia e della civica “Sì per Limbiate”, ricompattando così la coalizione di centrodestra che, più di una volta, in questo mandato amministrativo ha scricchiolato.

In particolare, sono stati proprio gli alleati della Lega a mostrare in diverse occasioni un pò di insofferenza rispetto all’accentramento amministrativo dell’attuale sindaco, poco avvezzo al confronto all’interno della coalizione. Nell’ultimo biennio, in particolare, si era ventilata l’ipotesi di una Lega pronta a presentarsi in solitaria alle amministrative 2021, ma i malumori sono ora evidentemente rientrati, forse perché i numeri delle amministrative 2016 a Limbiate non sono stati molto confortanti per il partito di Matteo Salvini, anche se il segretario cittadino Roberto Di Prima è fiducioso del fatto che la Lega riuscirà a portare a casa un risultato molto migliore rispetto al passato.

Dopo aver incassato la fiducia dei compagni di viaggio, il sindaco Romeo ha aperto il dialogo su programmi e progetti e, solo dopo, ufficializzerà la sua candidatura, che si andrà ad aggiungere a quelle di Giancarlo Brunato, candidato sindaco del Pd e delle liste civiche “Limbiate Solidale” e “Su la testa per Limbiate”, e di Mario De Giorgio, candidato sindaco del Movimento 5 Stelle.

12072021

 

1 commento

  1. “In particolare, sono stati proprio gli alleati della Lega a mostrare in diverse occasioni un pò di insofferenza rispetto all’accentramento amministrativo dell’attuale sindaco, poco avvezzo al confronto all’interno della coalizione” … se pensiamo a Saronno e non solo fanno tenerezza quando parlano di insofferenza rispetto agli alleati

Comments are closed.