SARONNO – Riceviamo e pubblichiamo la nota dell’associazione Cantastorie in merito alla vicenda dell’allontanamento dal percorso museale di Villa Gianetti

L’Associazione Cantastorie è stata menzionata in alcuni recenti articoli apparsi sulla stampa locale come oggetto di discussione.

A questo proposito, Cantastorie desidera precisare che:
– l’Associazione si prefigge esclusivamente di valorizzare il patrimonio storico e artistico di Saronno e del Saronnese (civile, religioso, museale, archivistico) avvalendosi del contributo di un gruppo di iscritti, volontari appassionati, formati e disponibili per la conduzione di visite guidate ai luoghi d’interesse;
– per sua natura, da sempre l’Associazione è disponibile a collaborare con le Amministrazioni Comunali in funzione delle proprie competenze e della validità delle proposte ricevute. Oggi Cantastorie sta collaborando prevalentemente con la Comunità Pastorale Crocifisso Risorto per l’organizzazione di visite guidate a San Francesco e per il lancio di un Progetto più articolato, supportato da finanziamenti della Fondazione Comunitaria del Varesotto

L’Associazione è comunque in contatto con l’Amministrazione Comunale; quindi resta pienamente disponibile per discutere proposte di collaborazione provenienti dall’Amministrazione stessa, se compatibili con le proprie competenze, disponibilità e finalità.

Qui l’intervento di Forza Italia
Qui l’intervento di un gruppo di esponenti del mondo politico
Qui la replica dell’assessore Laura Succi

1 commento

  1. Dalla nota dei diretti interessati si evince che
    non c’è nessuna acredine verso l’Amministrazione comunale
    e quindi la loro “assunzione”sapevano essere viziata
    in qualche modo non indicato.
    Non si capisce quindi il polverone sollevato dall’ex Assessore,
    che dovrebbe essere al corrente dei fatti,a cosa serva se non
    a infamare l’attuale Amministrazione.
    Politica da cortile!!!!

Comments are closed.