CESANO MADERNO – Benemerenze “Città di Cesano Maderno”: la cerimonia all’auditorium Disarò si è svolta nel fine settimana, dopo mesi di attesa per la pandemia. “E si è svolta col pubblico, come tutti auspicavamo, per omaggiare come si deve i nostri benemeriti – fanno notare dal Comune – Sul palco il sindaco Maurilio Longhin e il presidente del consiglio comunale, Francesco Romeo”.

Cinque le benemerenze assegnate. Una di queste è stata conferita alla memoria dell’indimenticabile fotografo Attilio Pozzi e ritirata dai figli Stefano e Sara. Per Alessandro Spanò, talento calcistico che ha scelto di lasciare il football per studiare economia nel Regno Unito, ha ritirato la benemerenza mamma Fiorella. Gli altri premiati sono Giuliano Sala, per l’impegno in ambito educativo e socio-culturale; l’Associazione Cesano per Noi – Noi per Cesano, attiva nella tutela ambientale e per la legalità, rappresentata da Salvatore Colombo; Leonardo Spinelli, fondatore dell’omonima riconosciuta attività di gioielli e orologi, accompagnato dal figlio Alessandro.
Assegnata anche la “cittadinanza onoraria al milite ignoto”, un momento di grande emozione: a ritirare la pergamena, il comandante della tenenza dei carabinieri di Cesano Maderno, Sebastiano Ciancimino.
(foto: un momento della cerimonia)
19072021