CERIANO LAGHETTO – “Sono partiti i primi scioperi proclamati da Fim Fiom e Uilm a livello nazionale per protestare contro l’avvio, da parte di alcune multinazionali come Gkn, Whirlpool, Gianetti Ruote e Rotorkgears, di procedure di licenziamento collettivo per centinaia e centinaia di lavoratori. Alcune Rsu, le rappresentanze sindacali unitarie, hanno deciso di utilizzare due ore di sciopero per portare oggi la loro solidarietà a chi sta rischiando il licenziamento. I delegati sindacali della Electrolux di Solaro, ad esempio, sono andati a portare la loro solidarietà e il loro sostegno alle lavoratrici e ai lavoratori della Gianetti Ruote, in presidio permanente di fronte all’azienda dal 2 luglio. Quel fatidico giorno l’azienda ha comunicato improvvisamente l’intenzione di chiudere l’azienda e ha collocato tutti in ferie” ricordano dalla Fiom Cgil, riferendo dell’iniziativa.

Proseguono dalla Fiom: “È importante ricordare, anche con gesti come quello dei delegati della Electrolux, che uno dei valori fondanti del sindacato, della Fiom, è la solidarietà tra le persone che lavorano. Che per fortuna esiste ancora. Grazie per il vostro gesto”.

Fondata nel 1880 a Saronno la Gianetti ruote ha oggi sede in via Stabilimenti a Ceriano Laghetto dove conta 152 dipendenti. Attualmente produce ruote per camion e per le celebri motociclette della Harley Davidson. E’ di proprietà di un fondo investimenti tedesco, che controlla anche molte altre aziende in svariati settori compreso quello dei giocattoli e del modellismo. E’ ferma dal 3 luglio quando è stata inviata la mail che annunciava lo stop dell’attività nello stabilimento cerianese e l’intenzione di procedere con il licenziamento collettivo.

QUI TUTTI GLI ARTICOLI SULLA VICENDA

(foto: lavoratori Electrolux al presidio della Gianetti Ruote)

20072021